Avellino-Lanciano: torna Vastola, uomo promozione di Crotone

Nella prossima sfida del Partenio-Lombardi tra Avellino e Virtus Lanciano saranno tante le motivazioni in campo tra le due squadre, vogliose di confermarsi ai primi posti della classifica e che possono essere a tutti gli effetti considerate rivelazioni della prima parte di campionato. Il nuovo anno è iniziato in modo altalenante per entrambe, ma la posizione di classifica non ha subito grosse variazioni: due punti per l’Avellino, anche se mancano all’appello i due che meritatamente avrebbe dovuto strappare a Terni, mentre il Lanciano ne ha conquistati 4 nel nuovo anno.

Dunque gara che si preannuncia ricca di motivazioni e anche emozioni considerando che saranno diversi gli ex della sfida: in particolare nel Lanciano, oltre al giovane attaccante Mame Baba Thiam e al centrocampista Di Cecco, tornerà a calcare il campo del Partenio-Lombardi anche un altro calciatore che ha fatto la storia dell’Avellino, ossia Gaetano Vastola, unico che ancora gioca tra i protagonisti della finale che regalò la promozione ai lupi in quel di Crotone l’11 maggio del 2003, assieme al Pitone, Biancolino.

Per la prima volta sarà dunque ad Avellino, da avversario, l’ex difensore: pilastro per mister Vullo e successivamente finito tra gli epurati di Zdenek Zeman, che lo costrinsero a dire addio ai colori biancoverdi che tante gioie ed emozioni gli avevano regalato. Per lui da allora Salernitana, Ascoli, Gallipoli e Lanciano, con cui potrà tornare a giocare sotto la Sud che sicuramente lo accoglierà con grandi applausi anche considerando le belle parole che spesso, seppure a distanza, fa arrivare ai tifosi biancoverdi.

Per Gaetano Vastola in Irpinia 33 presenze e due gol nel 2003/2004, anno della promozione, mentre in serie B, sotto la guida di Zdenek Zeman, sono appena 3 le partite giocate con la maglia biancoverde.