Avellino-Latina 2-1, Vivarini: “L’Avellino aveva piu motivazioni”

Ecco le parole del tecnico dei pontini dopo la sconfitta di stasera

Dopo la sconfitta che chiude un campionato negativo, Vivarini parla in conferenza stampa dopo il 2-1 dell’Avellino.

Tutti si aspettavano un Latina rinunciatario dopo la retrocessione. Al di là della retrocessione,  è soddisfatto anche della gara di chiusura?

Questa è una squadra a cui mancava poco per avere una classifica migliore. Ci siamo spesso espressi con personalità e organizzazione. Abbiamo avuto grandi problemi nel reparto offensivo. Corvia ha dato una grossa mano ma da solo ha fatto fatica. Siamo stati un’incompiuta. Ci sono dei giocatori veramente bravi in questa squadra. Le altre squadre contro di noi non hanno fatto meglio dell’Avellino. Anche altri hanno sofferto. Tutto ciò vale poco però per come é andata quest’anno”. 

Quanto ha inciso l’assenza di una società?

“Il calcio attuale è molto complesso. Per me la società è l’elemento più importante per cui una squadra faccia risultati. Si pensa sempre a giocatori e allenatori. Ma la società conta. Guardate la Juventus in Serie A. Ci sono tante problematiche dietro una squadra. Senza una società viene a mancare tutto. Non è solo un fatto di soldi”.

Come mai tanta sofferenza nella ripresa? I cambi do novellino hanno fatto la differenza o calo fisico?

L’Avellino stasera si giocava il campionato. Aveva più motivazione e nonostante tutto abbiamo avuto occasioni per chiuderla. Ho fatto giocare anche tanti giovani del 1999. Abbiamo preso gol su situazioni sporche, non sotto l’aspetto del.gioco. oggi la soddisfazione é aver fatto esordire ragazzi dal sicuro avvenire. C’era anche Maciucca che ha giocato titolare ed è stato tra i migliori. C’è stato anche un segnale per l’asta che ci sarà il 25 maggio. Ci sono capitali importanti“.