Avellino, le prime gare della B a Nocera?

L’Avellino, dopo l’entusiasmante cavalcata che l’ha vista vincitrice indiscussa del girone B di Prima divisione, è già proiettata al prossimo campionato. La dirigenza irpina si è  mossa con largo anticipo per preparare nel migliore dei modi la prossima stagione di serie B che si preannuncia come una delle più difficili degli ultimi anni. Compagini come Siena e Palermo saranno le indubbie favorite per la promozione diretta in A. Al Partenio Lombardi c’è già aria di grandi sfide; o meglio ci sarebbe la voglia da parte di tutti di avere uno stadio all’altezza della categoria ma, come ormai consuetudine, i problemi dell’impianto di via Zoccolari frenano gli entusiasmi.

StadioPartenioLombardiAvellino

A quanto pare la dirigenza biancoverde avrebbe chiesto alla Nocerina la possibilità di concedere lo stadio “San Francesco” almeno per la prima gara interna dei Lupi. La società del presidente Taccone è molto contrariata dalla questione che riguarda lo stadio di casa. Una situazione insostenibile che non è più accettabile dalla società che pretende almeno una convenzione ventennale o le partite casalinghe dei lupi si giocheranno da un’altra parte.  Solo per adeguare lo stadio alle nuove normative serviranno oltre un milione di euro. Oltre i diecimila posti a sedere occorrerebbe fare molti altri lavori per rimuovere le recinzioni degli anelli inferiori e sostituirle con supporti di plexiglass, creare nuove vie di fuga e rifare da capo l’impianto elettrico e aggiungere altre telecamere di sorveglianza e mettere a norma i servizi igienici in tutti i settori dello stadio. Per non parlare del manto erboso che ha bisogno di essere rifatto.

Stadio Partenio Lombardi

La situazione è davvero ingarbugliata, le spese da sostenere per mettere a norma e ampliare il Partenio-Lombardi sono esigue e il tempo stringe. Se da un lato c’è la ferma volontà della società di costruire una squadra all’altezza della Serie B dall’altra è con le mani legate per quanto riguarda l’impianto di via Zoccolari in quanto di proprietà del Comune. In questi giorni in città ci sono le elezioni comunali e  la situazione Partenio-Lombardi rischia di slittare almeno di un altro mese. L’inizio del campionato cadetto è previsto per fine agosto, ci sono ancora tre mesi davanti però i lavori sono urgenti e devono partire quanto prima se no si rischia seriamente di giocare in campo neutro per più di una partita. Sveglia! Non rovinate anche stavolta quest’aria di festa che si respira in tutta l’Irpinia.