Avellino-Modena, Tesser: “Vogliamo riscattarci”

Alla vigilia di Avellino-Modena, è intervenuto nella consueta conferenza stampa pre-partita Attilio Tesser, che ha presentato così la sfida in programma alle ore 15.00 al “Partenio-Lombardi”: “E’ d’obbligo riscattarci e fare punti per non perdere l’autostima e guardare avanti con serenità. La mia preoccupazione per domani, – aggiunge – a prescindere dal valore tecnico del Modena, è il tipo di approccio alla gara. In settimana abbiamo analizzato il derby, ci sono stati errori evidenti ma anche situazioni positive che avremmo potuto concretizzare con maggior lucidità”.

Ma cosa non è andato nel match andato in scena all’Arechi? “Domenica scorsa non c’è stato equilibrio nella partita, sia da parte nostra che da parte della Salernitana. L’equilibrio non lo fanno i nomi, ma la distanza tra i reparti. C’era troppa voglia di vincere da ambo le parti e le squadre si sono allungate, mettendo da parte la razionalità”.

Alla piazza biancoverde non è piaciuta una risposta di Tesser a un giornalista salernitano, nel post-partita della stracittadina: Ho sbagliato. Ho chiesto scusa ai calciatori perchè non bisogna mai parlare dei singoli e non l’avevo mai fatto prima d’ora in carriera. L’uscita su Castaldo è stata solo una risposta a una provocazione di un giornalista di Salerno, ma dovevo fermarmi all’analisi su Mokulu”.

Dubbi di formazione per l’ex tecnico del Novara: “Potrebbero esserci un paio di cambi, uno di questi a centrocampo. Ho la possibilità di poter scegliere in questo reparto. Insigne? A Salerno ha giocato 70 minuti straordinari in fase di copertura e a livello propositivo. E’ quello che interpreta il ruolo di trequartista meglio di tutti, perchè è un ragazzo intelligente e sa che non può sempre e solo attaccare”.

I Lupi incontreranno un avversario compatto e dalle qualità tecniche importanti, nonostante la sconfitta casalinga all’esordio contro il Vicenza: “Domenica hanno perso ma hanno dominato con tanti assenti. Giocano con il 4-3-3 sfruttando le fasce soprattutto con Rubin che spinge molto sulla sinistra. E’ una squadra rocciosa in difesa e pericolosa davanti con individualità di spicco. A Crespo rivolgo un grosso in bocca al lupo per la sua carriera, ma a partire da dopodomani”.

TUTTO SU AVELLINO-MODENA