Avellino-Novara 1-1, per i lupi pareggio sofferto ma giusto

L'Avellino soffre ma alla fine evita la terza sconfitta consecutiva

Avellino-Novara termina 1-1. Pareggio sofferto, quello ottenuto dai lupi nella sfida contro la squadra di Boscaglia. Per quasi tutta la partita infatti i biancoverdi sono stati in svantaggio, colpiti dal gol fortunoso di Macheda. Poi, grazie al rigore di Ardemagni al ’77, i lupi sono riusciti ad evitare la sconfitta.

Sconfitta che sarebbe stata la terza di seguito per l’Avellino, e avrebbe ufficialmente aperto la crisi; ragione per cui il pareggio può essere considerato, almeno per questo. Ulteriore attenuante per la squadra è la vera e propria epidemia che ha colpito il centrocampo: prima la squalifica di Lasik, quindi l’infortunio di Paghera nella seduta di venerdì, e per finire quello di Moretti nel riscaldamento.

In pratica, tre quarti del centrocampo titolare. Ma si è sentita sopratutto l’assenza di Moretti, come ha ammesso lo stesso Novellino in conferenza stampa dopo la partita. L’ex Latina infatti, è il metronomo del centrocampo biancoverde, che è riuscito a sopperire in parte alla sua assenza soprattutto con la grande dinamicità di Omeonga. Non eccelsa invece la prestazione di Verde, che è stato anche autore di un vistoso gesto di stizza subito dopo la sostituzione.

Positivo invece l’ingresso in campo di Bidaouoi, che nonostante non vedesse il campo da un po’, ha dimostrato di essere in buona condizione e ha dato subito dinamicità con il suo ingresso. La squadra ha iniziato a spingere, tanto che alla fine è arrivato il rigore procurato e trasformato da Ardemagni, giunto alla decima rete stagionale e sempre di più leader della squadra biancoverde

Ora per i lupi ci sarà domenica un importante scontro diretto contro la Ternana, che però deve ancora giocare la sua partita contro il Cesena in uno dei due posticipi della 31esima giornata. Tra i vari risultati della zona calda, spicca sicuramente il successo del Trapani per 4-0 sul Bari. Si annullano a vicenda invece Pisa e Latina nello scontro diretto, così come pareggia la Pro Vercelli contro il Verona e il Brescia di Cagni contro lo Spezia.

Insomma, la lotta salvezza rimane apertissima per tutte le squadre della seconda parte della classifica, e per l’Avellino ci sarà ancora da soffrire tanto.