Avellino, oggi e domani allenamenti a porte chiuse a Mercogliano

Il tecnico vuole fare allenare la squadra sull'erba naturale

Non c’è tempo per riposare per l’Avellino, dopo la vittoria per 1-0 contro la Spal. Per oggi e domani sono previsti allenamenti a porte chiuse al campo di Torrette di Mercogliano, in vista della gara di lunedì sera contro il Frosinone. La scelta di allenarsi sul campo della cittadina irpina si spiega con il fatto che Novellino vuole un campo in erba naturale per non andare in difficoltà al Matusa.

E nella trasferta il tecnico dovrà fare a meno di Paghera e Ardemagni squalificati. Se al posto di quest’ultimo è facile intuire che giocherà Eusepi, che ha deciso il match contro la Spal, più difficile dire come si giocherà a centrocampo. Moretti non pare ancora pronto per il rientro, quindi è probabile l’accentramento di D’Angelo al fianco di Omeonga, ieri autore di una ottima prestazione.

Sulle fasce, sulla destra potrebbe essere riconfermato Laverone, mentre a sinistra giocherebbe uno tra Belloni, Verde e Bidaouoi, con Castaldo ed Eusepi avanti. Oppure a fianco di Eusepi potrebbe giocare Verde, liberando quindi un posto a centrocampo. La difesa dovrebbe essere invece la stessa vista ieri sera, dove è spiccata l’ottima prova di Migliorini, che si candida a un ruolo da protagonista in questo finale di stagione.

Morale a metà invece in casa Frosinone. La squadra ciociara ha pareggiato in extremis ieri sera contro il Cesena, e ha quindi perso l’occasione di aumentare ulteriormente il distacco nei confronti della Spal, in attesa del Verona che giocherà oggi. Di certo i laziali nel match contro l’Avellino dovranno rinunciare a Soddimo, che ammonito ieri, sarà squalificato.

Partita speciale invece per Mokulu, che dopo il gol di ieri, si candida ad un ruolo da titolare contro la sua ex squadra. Marino, apparso piuttosto deluso per la scialba prova che ha offerto ieri la sua squadra, dovrebbe però puntare ancora sui due titolari, Ciofani e Dionisi. Al “Matusa” si annuncia comunque una partita bella in campo e sugli spalti; potrebbero essere più di 500 i tifosi biancoverdi che si recheranno nel Lazio.