Avellino-Palermo 0-2, le pagelle dei biancoverdi

L’Avellino esce sconfitto per 2-0 dal “lunch match” del “Partenio-Lombardi”. La squadra biancoverde non è riuscita a contrastare un Palermo che è apparso superiore sotto molti punti di vista. I ragazzi di Rastelli sono stati pressati ed attaccati fin dai minuti iniziali, ed hanno resistito bene fino ad un errore di Mariano Arini, che ha regalato il gol a Lafferty. La reazione è stata timida e i lupi non hanno trovato gli spazi giusti per colpire. Sorrentino non è stato mai impegnato seriamente. Nella ripresa l’Avellino è sceso in campo con il piglio giusto, cercando di metterci la solita grinta che lo contraddistingue, ma il Palermo ha bloccato tutte le iniziative biancoverdi. La squadra di Iachini ha chiuso la partita a pochi minuti dal termine, con uno spunto di Hernandez su un bell’assist di Barreto. Vittoria tutto sommato meritata per i rosanero, che hanno dominato per larghi tratti dell’incontro.

Armando Izzo Avellino

Ecco le pagelle dei lupi:

SECULIN 6: Non ha colpe sui gol del Palermo. Compie un intervento decisivo nella ripresa sull’1-0, ma sembra troppo insicuro nelle uscite;

BITTANTE 6: Adattato a terzo di difesa per sopperire alle assenze di Fabbro e Peccarisi, non fa una brutta figura. Riesce a limitare gli attaccanti del Palermo e nella ripresa non disdegna di farsi vedere in avanti;

IZZO 6,5: Il migliore dei suoi. Nonostante sul raddoppio del Palermo poteva fare di meglio su Hernandez, il centrale napoletano offre una prestazione solida. Una sicurezza;

PISACANE 5,5: Nessun errore decisivo, ma sbaglia una miriade di passaggi e corre qualche rischio di troppo. Meno in palla rispetto ad altre partite, ha comunque tenuto bene;

ZAPPACOSTA 6: Cerca di creare qualcosa ma predica nel deserto. Corre per tutti i 90 minuti di gioco, esce nel secondo tempo perchè stanchissimo;

D’ANGELO 6: Purtroppo il gap tecnico con i centrocampisti rosanero è abissale, cerca di colmarlo con la solita grinta. L’ultimo ad arrendersi;

ARINI 5: Una prova disastrosa nel primo tempo. Causa il gol del vantaggio del Palermo con un liscio inguardabile in area di rigore. Cresce nella ripresa ma è troppo tardi;

SCHIAVON 5,5: Non riesce mai a far ripartire l’azione dell’Avellino, costretto a rincorrere gli avversari. Un pò in ombra;

DE VITO 5: Non si propone mai in avanti e costringe i compagni ad allargarsi dal lato opposto. Soffre anche le discese di Pisano;

SONCIN 5: Non è mai entrato nel vivo dell’azione. Fa poco movimento. Sostituito giustamente nella ripresa;

GALABINOV 5,5: L’ariete bulgaro lotta ma gli arrivano pochi palloni giocabili;

PAPE DIA (dal 55′) 5,5: Entra per dare maggiore vivacità all’azione sull’out sinistro. Riesce a superare l’uomo un paio di volte ma poi sbaglia le cose più semplici;

BIANCOLINO (dal 55′) 6: Il Pitone ci mette una grande voglia, lo si vede subito dalle prime palle giocate. Purtroppo solo l’impegno non basta;

HERRERA (dal 74′) 5: Molto male. Entra e in un quarto d’ora sbaglia tutto. Nell’uno contro uno viene sempre bloccato, è troppo prevedibile quando parte palla al piede;

TUTTO SU AVELLINO-PALERMO

Leggi anche –> Avellino-Palermo 0-2 (Lafferty, Hernandez)

Leggi anche –> Avellino-Palermo 0-2, Iachini: “Abbiamo fatto una grande partita”