Avellino-Palermo, Rastelli: “Non abbiamo paura di stare in alto”

Prima dell’allenamento di rifinitura di questa mattina al “Partenio-Lombardi”, l’allenatore dell’Avellino Massimo Rastelli incontrerà i giornalisti in conferenza stampa per presentare la partita di domani contro il Palermo. Ci si appresta a vivere una partita emozionante, con uno stadio gremito in ogni ordine di posto e i giocatori che si stanno preparando a una vera e propria battaglia sul terreno di gioco. Avellino-Calcio.it seguirà in diretta le parole del mister a partire dalle ore 11.30.

massimo-rastelli

LIVE

TUTTO SU AVELLINO-PALERMO

INIZIA A PARLARE MISTER RASTELLI!

– Vincere per la classifica? Il Lanciano ha perso, è normale pensarci, ma io voglio vedere una grande prestazione contro una vera e propria corazzata, seppur in questo inizio non hanno giocato bene in modo continuato. Abbiamo anche il piccolo gap di aver avuto due giorni in meno per lavorare considerando che abbiamo giocato martedì, però vogliamo comunque sfruttare il fattore casalingo e mantenerci alla maggiore distanza possibile dal quartultimo posto.

– La promozione è solo un sogno o possibile realtà? La quota da raggiungere per la salvezza sono i 50 punti e al momento siamo ancora lontani. Finché non ci arriveremo continueremo a nasconderci anche perché è un campionato equilibrato dove le partite che sembrano chiuse in realtà non lo sono, quindi dico a tutti di mantenere i piedi per terra.

– Che ne pensa dell’allenatore del Palermo, Iachini? E’ un allenatore di grande esperienza e lo conosco bene avendolo avuto come tecnico quando giocavo a Piacenza: è un allenatore molto attento alla fase difensiva, è maniacale.

– E sul Palermo? Giochiamo contro un avversario di tutto rispetto e sappiamo sarà dura: non esprime un grande calcio, ma ha gli uomini per far male con il minimo sforzo.

Rastelli Avellino Palermo

– Com’è stato l’approccio con l’orario della sfida (12:30)? La nostra maggiore difficoltà è l’essere rientrati da Cittadella solo mercoledì pomeriggio, anche se i ragazzi si alleneranno a questo orario proprio per abituarsi, considerando che siamo in serie B.

– Tra squalifiche ed infortuni, quali scelte farà contro i siciliani? Non guardo a chi non ci sarà, preferisco concentrarmi su chi sarà della gara: domani mi piacerebbe che il Partenio-Lombardi sia una vera e propria bolgia, siamo in un momento importante della stagione e stiamo facendo bene per cui dovranno incitarci dal riscaldamento fino al 95° minuto di gioco.

– In caso di vittoria l’Avellino potrà definirsi “grande”? Penso che al di là della gara di domani, in queste undici gare giocate abbiamo dimostrato di cosa siamo capaci: riscuotiamo la simpatia di molti proprio per come scendiamo in campo e come giochiamo, riceviamo quotidianamente attestati di stima. Domani cerchiamo certezze e vogliamo ottenere il massimo come ogni gara, pensando che possiamo costruire qualcosa di importante.

– Come sta Castaldo? Valuteremo domani, sta lavorando a parte per il momento.

– Che ne pensa di questo campionato di serie B?  Quest’anno la serie B è equilibrata come non mai, con squadre rivelazioni come noi ed il Lanciano, ma ci sono squadre molto attrezzate in netto ritardo, come la Ternana o il Novara, ma a volte non basta la qualità, ci vuole il giusto mix di determinazione, grinta e quantità.

– Nessuno avrebbe mai pensato di arrivare alla sfida col Palermo con i rosanero dietro, cosa ne pensa? Questo è vero, ma si sa che il campo è il giudice supremo che stabilisce la classifica reale: noi abbiamo dimostrato di meritare questa posizione. La squadra ha consapevolezza e voglia di poter restare nelle posizioni alte della classifica: sono responsabilizzati e sanno che ogni gara è a sé e bisogna dare il 100%. Ogni gara viene preparata in modo uguale, quella col Palermo anche, i ragazzi vogliono dimostrare ancor di più di cosa sono capaci.

TERMINA LA CONFERENZA STAMPA DI MISTER RASTELLI ALLA VIGILIA DI AVELLINO-PALERMO.

 

Leggi anche –> Avellino-Palermo, quote scommesse: ospiti favoriti

Leggi anche –> Avellino-Palermo, i convocati di Iachini