Avellino: pareggio scialbo, ma la striscia utile continua

L’Avellino pareggia per 0-0 a Trapani e continua la sua striscia positiva di risultati utili, che conta adesso due vittorie e tre pareggi nelle ultime cinque giornate di campionato. Il pareggio ottenuto lascia però un po’ di amaro in bocca ai tifosi biancoverdi: a parte l’occasione fallita da Verde nel primo tempo, la sensazione è che osando di più si sarebbe potuto ottenere una vittoria molto pesante, sia in termini di morale ma soprattutto di classifica.

Con i tre punti infatti, la squadra di Novellino sarebbe balzata a quota 28, agguantando la Salernitana al 13° posto, e mettendosi alle spalle Cesena, Brescia, Vicenza, Latina e Pisa. Invece l’Avellino è a quota 26 in compagnia proprio di queste ultime due al quart’ultimo posto, in una classifica comunque cortissima, dove probabilmente fino al Novara a quota 30 rischiano tutte; va detto però che il Cesena sembra avere un organico superiore alle altre e potrebbe tirarsi fuori velocemente dalla zona rossa.

Calcoli di classifica parte, per l’Avellino è già tempo di pensare alla capolista Verona, che sabato arriverà al Partenio. La squadra veneta, che dovrà fare a meno dello squalificato Pazzini, pure essendo sulla carta una corazzata, non è affatto una squadra imbattile, come dimostrano le cinque sconfitte in campionato, ultima quella a Latina per 2-0.

Per l’Avellino dunque, la possibilità di cercare una vittoria di prestigio e continuare la striscia di risultati positivi; per farlo però ci sarà bisogna di una prestazione nettamente migliore di quella di ieri sera. Il Verona di Pecchia è una squadra che concede abbastanza (basti pensare che con 27 reti subite i veneti sono solo la decima difesa del campionato), ma la squadra biancoverde dovrà avere un atteggiamento propositivo, senza timori reverenziali.