Avellino Penalizzato, Millesi e Pini squalificati per 5 anni

Oltre a Izzo per 3 anni, squalificati anche questi ultimi per 5 anni per il processo del Calcioscommesse

Gli ex giocatori dell’Avellino Francesco Millesi e Luca Pini sono stati squalificati per 5 anni dal Giudice Sportivo in merito allo scandalo del Calcioscommesse, il quale il club bianco-verde ha ricevuto tre punti di penalizzazione nel Campionato di Serie B.

Per l’ala sinistra, nato a Catania il 24 luglio del 1980, attualmente in forza all’Aciriale, e per lo svincolato Luca Pini, l’accusa è quelle di esser stati coinvolti nella combine di due gare del Campionato di Serie B 2013/2014, esattamente in quelle di Avellino-Reggina, del 25 maggio del 2014, e di Modena-Avellino, del 17 maggio del 2014.

Quindi, rispetto ai sei anni chiesti inizialmente per il giocatore, ha ottenuto uno sconto nella squalifica, così come il difensore del Genoa Armando Izzo, che ha ricevuto, dal Giudice Sportivo 3 anni.

Sono stati, invece, prosciolti nella faccenda, il presidente dell’U.S. Avellino Walter Taccone, il bomber Luigi Castaldo, Raffaele Biancolino, Mariano Arini e Fabio Pisacane.

Ricordiamo che Millesi, con la maglia bianco-verde, ha collezionato 136 presenze e 15 reti tra Serie B e Lega Pro. Mentre per il centrocampista Pini, nato il 26 settembre del 1984, non ha mai disputato un incontro con gli irpini.