Avellino-Perugia 1-2, Rastelli: “L’allenatore sono io!”

Nel post partita di un intenso Avellino-Perugia, è intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo l’allenatore dei lupi Massimo Rastelli, che ha commentato così la dolorosa sconfitta: “Il Perugia è partito meglio di noi indubbiamente, i primi 15 minuti c’ha messo molto in difficoltà soprattutto con qualche tiro dalla distanza, ma poi siamo riusciti a prendere campo e ad acquisire fiducia, creando qualcosa e andando in vantaggio con Trotta. Da lì siamo venuti fuori, creando nitide palle gol in particolare con lo stesso Marcello e Kone, ma purtroppo a cinque minuti dalla fine un cross apparentemente innocuo c’ha colto impreparati e Falcinelli c’ha punito. Oggi l’abbiamo pagata cara perché abbiamo avuto tante occasioni per chiuderla e non le abbiamo sfruttate.”

Sulle critiche dei tifosi nei suoi confronti e sulla sostituzione di Sbaffo ha poi aggiunto: “Il bello del calcio è che tutti sono allenatori, ma ci stavano mettendo in difficoltà sugli esterni e ho dovuto mettere Almici, perché Sbaffo stava giocando a corrente alternata e non mi dava né copertura né qualità davanti e l’ho dovuto sostituire. L’allenatore sono io e le responsabilità me le prendo io, credo siano le solite critiche strumentali di chi parla dopo ogni partita”.

TUTTO SU AVELLINO-PERUGIA

Leggi anche: