Avellino-Pescara 1-3, Castaldo chiede scusa ai Tifosi

Chiede scusa Castaldo ai tifosi irpini dopo l’esultanza polemica in Avellino-Pescara. E’ il quinto minuto della ripresa, Castaldo riceve palla da Insigne dopo un triangolo a centrocampo, si aggiusta il pallone e scaraventa un meraviglioso tiro nel sette, interrompendo il digiuno dell’Avellino che durava da tre partite e mezzo e pareggiando il gol di Caprari. Dopo il gol, però, Castaldo nell’esultanza, si rivolge polemicamente alla curva, abbracciando anche Insigne ma soprattutto quasi sfidando con gli occhi i tifosi presenti per il match. Un’esultanza, nervosa, stizzita, di un campione ferito che non ha accettato le critiche degli ultimi periodi, ed i cui gol mancano moltissimo all’Avellino (sono soltanto 5 finora)

L’esultanza non è passata inosservata ai tifosi, che dopo il match hanno preteso il confronto con il leader biancoverde che si è scusato “Chiedo scusa a tutti. – ha detto piangendo l’attaccante – E’ stato uno sfogo alle critiche delle ultime settimane. Ho sbagliato, lo ammetto, ma non ce l’avevo con nessuno”. Queste in sintesi le parole di Castaldo, che promette, da parte di tutta la squadra il massimo impegno per una salvezza tranquilla

Leggi anche: