Avellino-Pisa 1-0, le Pagelle: D’Angelo risolutore dalla panchina

L’Avellino vince 1-0 contro il Pisa grazie a una rete di D’Angelo. Tre punti fondamentali per la squadra di Toscano contro una diretta concorrente per la salvezza. Ecco le pagelle dei Lupi.

Radunovic 6,5 – Sta conquistando minuti che assolutamente merita. Ha cancellato gli errori di inizio stagione e sta accumulando buone prove a suon di parate importanti.

Gonzalez 6 – La fase offensiva come sempre non c’è, ma dietro si comporta bene, non andando mai in affanno come invece spesso gli capita.

Djimsiti 6,5 – Lacoppia difensiva dei lupi è una delle poche notizie positive della stagione finora. Insieme a Perrotta, comanda la linea a 4 dimostrando ancora una volta di essere un elemento di qualità.

Perrotta 7 – Miglior in campo dei lupi. Tiene botta quando c’è da difendere gli avversari di fisico, ed è preciso in tutti i suoi interventi. Un giocatore importantissimo questo ritrovato.

Asmah 5,5 – Si avvicina alla sufficienza solo per la prova ordinata in fase difensiva. In avanti con crecco non c’è molto feeling e non aiuta quasi mai.

Camara 5,5 – In ripartenza o con il mancino che non è roprio da buttare, prova a creare qualcosa dal suo lato. Nulla di realmente pericoloso, ma ci mette spirito e lotta finche ha fiato. Dal 64esimo D’Angelo 6,5 – Entra, scarica nel sinistro dal limite dell’area tutta la determinazione a disposizione e con l’aiuto di Longhi, trova la rete decisiva. Cuore ci capitano con edica speciale al padre.

Omeonga 5 – Sul gol, il taglio verso l’area è decisivo nello sviluppo dell’azione, anche se fortunoso. Il movimento però è stato giusto. Unica nota lieta però di una partita piena di imprecisioni. Dal 75esimo Belloni sv-

Paghera 5,5 – Un po’ distratto. Non gioca al massimo, spesso rallenta la manovra perdendo i giusti tempi di gioco. C’è grinta ma da ola non basta quando devi far girare la squadra.

Crecco 5,5 – Tanta corsa sulla fascia ma c’è bisogno di molta più incisività come esterno alto. Pecca anche nei cross, spesso poco precisi.

Mokulu 5,5 – Come ormai succede sempre in coppia con Ardemagni, è l’uomo che in avanti svaria di più. Sfrutta poco il fisico e spreca qualche buona palla gol, come il cross sbagliato da buona posizione in area nel primo tempo.

Ardemagni 4,5 – 57 minuti i nulla per quello che dovrebbe essere il finalizzatore della squadra. Come sempre, anche oggi l’Avellino non crea molto, ma lui non aiuta i compagni e non ha mai una sola occasione per cercare la porta. Dal 57esimo Castaldo 6 – Il Lavoro spalle alla porta, in appoggio ai centrocampisti, lo fa meglio dei compagni di reparto. Come sull’azione del gol. Piccole cose che fanno la differenza.

All. Napoli 6,5 – In panchina per sostituire Toscano, se la squadra come al solito costruisce poco, non ha troppi demeriti. Ampiamente sufficiente perchè indovina il cambio, con D’Angelo che entra e regala la vittoria ai suoi.