Avellino Primo in Classifica in Serie B: nel 1990/91 durò sei giornate

La vittoria contro il Carpi ha fatto balzare in testa alla classifica di Serie B, dopo otto giornate, l’Avellino di Rastelli. Nei quindici campionati disputati in cadetteria, sono poche le volte in cui si è vista la squadra Irpina al primo posto. La passata stagione, quella del ritorno in B dei lupi dopo quattro anni di astinenza, la squadra di Rastelli si è  ben comportata fin da subito, non subendo lo scotto della neopromossa, anzi, diventando ben presto una matricola terribile. L’avvio è stato positivo: vittoria con il Novara (2-1), pari a Latina (1-1) ed altra vittoria contro la Ternana (1-0), che fanno balzare l’Avellino al primo posto (in coabitazione con l’Empoli), dopo sole tre gare. Più che una solida realtà, il primo posto è stato un “sogno”, sta di fatto che i verdi scendono dal gradino più alto immediatamente non tornandoci più; poi tutti sappiamo com’è finita.

3 2013-14
3° giornata, 2013/14

Quest’anno, invece, l’Avellino è partito in sordina uscendo ben presto, però, alla scoperta. Vittoria all’esordio contro la Pro Vercelli (1-0), seguita, immediatamente, dalla sconfitta di Cittadella. Dalla 3° in poi è un crescendo: Spezia (0-0), blitz in quel di Latina (2-1), Frosinone (0-0), vittoria al Partenio contro il Livorno (2-1), altro pari esterno in quel di Terni (2-2), e vittoria all’8° contro il Carpi (1-0) che fanno volare l’Avellino al primo posto in classifica insieme al Frosinone. Primo posto conquistato grazie all’ottimo periodo di forma della squadra, arrivata a sei risultati utili consecutivi. Tornando indietro di qualche annetto, nella stagione 1990/91 successe qualcosa di simile, ma quello che sembrava essere un episodio e ,a detta da tutti un “incidente di percorso”, per qualche settimana animò il popolo biancoverde. Come detto siamo ad inizio della stagione 1990/91, la terza dopo la retrocessione dalla A. Oddo, zonista convinto, viene subito etichettato come l’allenatore rivelazione della B, il suo Avellino, infatti, parte alla grande: 1-0 al  Brescia, 0-0 a Udine e secco 3-1 al Barletta. Alla 4° i lupi espugnano Lucca (2-1) balzando solitari in testa alla classifica, primato mantenuto anche dopo i pareggi contro Salernitana (0-0) e Messina (1-1). Alla 7° altra vittoria ai danni del Modena (1-0) con un +2 su Messina e Ancona seconde. All’8° arriva la prima sconfitta (1-0 a Taranto), poi alla 9° altro pareggio (0-0 con la Triestina) con i lupi che si vedono agguantati dal Messina. La sconfitta di Foggia (secco 5-1 alla 10°) farà sprofondare la squadra di Oddo, che non solo abbandonerà il primato dopo sei giornate consecutive ma anche le zone alte della classifica. L’inizio aveva fatto ben sperare, alla fine l’Avellino conquisterà la salvezza solo all’ultima giornata. Quest’anno quanto durerà?

9 1990-91
9° giornata, 1990/91

RIVIVI LA STORIA DELL’AVELLINO CALCIO CON LA RUBRICA AMARCORD 1912