Avellino-Pro Vercelli, Tesser: “Mi sento a rischio”

A 24 ore dal calcio d’inizio della sfida con la Pro Vercelli, ha parlato nella consueta conferenza stampa Attilio Tesser, che ha presentato così il match in programma domani al “Partenio-Lombardi”: “Tre giorni non bastano per ritrovarci a livello fisico e tecnico ma bastano sotto il profilo caratteriale e per una questione di approccio alla partita. Non possiamo ripetere il primo tempo di Trapani: servirà una gara intensa e attenta come nel secondo tempo, perchè altrimenti non riusciremo a mettere in difficoltà un avversario come la Pro Vercelli”.

I rientri di Nica e Arini dalla squalifica permettono al tecnico veneto di tornare al suo modulo “preferito”: “Giocheremo col 4-3-1-2: rientra Nica quindi ho a disposizione i calciatori per mettere in pratica questo modulo. Castaldo ha disputato novanta minuti a Trapani e ieri aveva un po’ di tracheite. Se non dovesse partire dall’inizio, ci sarà utile in corso d’opera. Mokulu sta bene ed è a disposizione, mentre sulla trequarti giocherà Insigne“.

I piemontesi sono reduci dalla sconfitta casalinga con la Ternana, ma a Salerno hanno messo in mostra grande personalità e un’ottima organizzazione di gioco: “Dovremo prestare attenzione al loro gioco di rimessa che interpretano con velocità, a Salerno hanno vinto così. Davanti ci sono tre calciatori molto rapidi pertanto dobbiamo essere molto equilibrati”.

Nelle ultime ore, la parola “esonero” è circolata in modo insistente: “Mi sento a rischio, ma rischiavo l’esonero anche tre settimane fa. Nello spogliatoio non c’è nessun problema, io ho un ottimo rapporto con tutta la squadra e non ho mai puntato il dito contro uno dei miei calciatori. Mi sono sempre assunto le responsabilità di prestazioni e risultati, ma ora spero solo di ripagare la fiducia del club con il lavoro”.

TUTTO SU AVELLINO-PRO VERCELLI