Avellino-Reggina, le pagelle dei lupi

L’Avellino passeggia sulla Reggina e coltiva ancora speranze playoff. I calabresi sono stati sconfitti per 3-0 da una squadra in palla che ha dimostrato di meritare la qualificazione agli spareggi promozione. Avellino che ha creato tantissime occasioni da gol nei primi minuti di gioco ma non è riuscito a finalizzare, anche a causa di una Reggina barricata nella sua metà campo. A sbloccare il match ci ha pensato Alessandro Fabbro sugli sviluppi di un calcio d’angolo, con un colpo di testa preciso. Il 2-0 è arrivato nella ripresa con il bomber bulgaro Andrey Galabinov, che ha raggiunto 15 reti in campionato. A mettere la parola fine sul match è stato Camillo Ciano con un bel calcio di punizione dal limite. 3-0 alla Reggina e adesso tocca solo vincere a Padova e sperare.

Ecco le pagelle dei biancoverdi:

SECULIN 6: Mai impegnato seriamente, salva la sua porta soltanto in un’occasione sul 3-0 con un bell’intervento di piede;

ZAPPACOSTA 6: Buono il suo apporto nei primi 45 minuti di gioco, nella ripresa si perde un po’ e cala l’intensità, soprattutto in fase offensiva;

DECARLI 6: La Reggina non si rende quasi mai pericolosa in avanti, e lo svizzero gioca una partita quasi da spettatore. Preciso quando serve;

FABBRO 7: Sblocca il match e toglie un peso alla squadra, che fino a quel momento non era riuscita a concretizzare. Importante il suo gol, anche dietro non ne sbaglia una;

PISACANE 6,5: In questa partita dimostra quanto sia un giocatore chiave della difesa avellinese. Prima gioca da terzino sinistro e poi da centrale nei quattro, mantenendo sempre alta la concentrazione;

ARINI 6,5: Partita a quattro polmoni per Mariano. Quest’oggi delizia anche il pubblico con un paio di passaggi lunghi da fare invidia ad un regista, cresciuto tantissimo in questo campionato;

D’ANGELO 6,5: Aggredisce gli avversari con la fame di chi vuole vincere a tutti i costi, ruba una miriade di palloni a centrocampo;

SCHIAVON 6: Qualche volta scompare dal gioco, ma tutto sommato gioca una gara senza alti né bassi;

CIANO 7,5: Oggi il mattatore è stato lui. Prima serve a Galabinov un assist perfetto per il 2-0, poi conclude la sua serata di grazia con una grande esecuzione balistica su calcio di punizione. Tante giocate di qualità durante tutto il match;

CASTALDO 7: Si porta a spasso gli avversari come se fossero dei cani al guinzaglio, tre o quattro non fa differenza. Grande prova del numero 10 biancoverde che tiene in apprensione i calabresi per tutta la partita;

SONCIN 5,5: Male. Rastelli gli dà fiducia e lo schiera dal primo minuto, ma il Cobra non risponde presente. Spreca qualche occasione e in area di rigore dovrebbe essere più preciso. Partita, e stagione, incolore per lui;

BITTANTE 6: Entra ad inizio ripresa e prende il posto da esterno sinistro. Mantiene bene la posizione e non disdegna di avanzare in attacco;

GALABINOV 7: Entra in campo con una grinta paurosa e sigla il gol del raddoppio con un’azione colma di senso del gol e caparbietà. Peccato per l’infortunio.

LADRIERE: s.v.

TUTTO SU AVELLINO-REGGINA

Leggi anche –> Rastelli a fine gara: “Grande stagione, proviamoci ancora”

Leggi anche –> Fabbro deciso: “A Padova per i playoff”