Avellino, Regoli: “Non farò rimpiangere Zappacosta”

E’ stato il primo colpo di mercato dell’Avellino calcio, il primo tassello che il direttore sportivo Enzo De Vito ha strappato all’agguerrita concorrenza delle altre formazioni di serie B: Paolo Regoli. Prima del consueto allenamento pomeridiano l’ex Pontedera, classe 1991, si è messo a disposizione della stampa nel ritiro precampionato di Rivisondoli.

Ha dimostrato di avere le idee chiare, vuole essere l’erede di Davide Zappacosta, l’ex esterno biancoverde ora in forza all’Atalanta. Sull’esordio di sabato sera al Partenio-Lombardi nel “Memorial Taccone” ha dichiarato di essere molto emozionato. Nelle ultime due stagioni ha giocato da esterno, sia destro che sinistro, quindi per il 3-5-2 di mister Massimo Rastelli non sta avendo alcun problema. Si dimostra molto entusiasta della nuova avventura in Irpinia, una piazza prestigiosa, anche se non si sbilancia sui pronostici riconoscendo che il campionato di serie B è lungo e insidioso. Infine un pensiero sull’aspetto tecnico della squadra. Infatti, si è soffermato sulle ottime qualità dei singoli compagni di squadra, anche se ha ammesso che ora bisogna pensare solo a lavorare per migliorare giorno per giorno ed per potersi affermare nella prossima stagione.

Leggi anche -> Ecco chi è Regoli, il nuovo acquisto dell’Avellino

Leggi anche -> Ufficiale: l’Avellino ingaggia Andrea Bavena e Paolo Regoli