Avellino, ripresa degli allenamenti dopo Ferragosto

Riposo di Ferragosto per gli uomini di Novellino dopo la sfida di ieri sera a Verona

Allenamento dell'Avellino allo Stadio Partenio-Lombardi

Dopo l’eliminazione dell’Avellino al Terzo Turno della Coppa Italia 2017-18, con la sconfitta contro il Verona per 3-1 al “Marcantonio Bentegodi”, gli uomini di Walter Novellino, nella giornata di mercoledì, alle ore 18:00, riprenderanno gli allenamenti allo Stadio Partenio-Lombardi, in vista della prima giornata di Serie B contro il Brescia e dell’amichevole del 19 agosto contro il Frosinone.

A parte la sconfitta di ieri sera, si sono viste anche cose positive. Il reparto centrale della difesa Suagher-Migliorini, ha retto gli attacchi sia del bomber Pazzini che di Bessa. Sugli esterni, invece, Rizzato e Laverone hanno sofferto un po’ gli attacchi di Cerci e dell’ex bianco-verde Daniele Verde, autore di una doppietta. A centrocampo Moretti è apparso ancora una volta in ombra, invece, buona la prestazione del nuovo acquisto Di Tacchio.

Dopo un turno di assenza, nella gara di ieri c’è stato anche Matteo Ardemagni, entrato nella ripresa al posto di Moretti, anche se non è al massimo della condizione fisica dopo l’infortunio che lo aveva costretto a saltare la gara contro il Matera. Buona anche la prestazione di Bidaoui, che, nel primo tempo, è riuscito a tenere i ritmi di Romulo, anche se non è ancora in grado di trovare la porta.

Nonostante l’eliminazione, i lupi si possono godere l’attaccante Luigi Castaldo, che, da ieri sera, è diventato il giocatore che ha messo a segno più gol nella storia dell’Avellino, superando Raffaele Biancolino, oggi collaboratore della società.

Oltre al lavoro in vista della prossima stagione, per l’Avellino sono gli ultimi giorni della sessione estiva del Calciomercato 2017-18, soprattutto per la ricerca di rinforzi nel reparto centrale di difesa e per la seconda punta. Per il primo ruolo, resta viva l’ipotesi Riccardo Marchizza, ex Roma, ora in forza al Sassuolo. Mentre per la seconda punta, dopo esser sfumata la trattativa per Giacomelli, rispunta il nome di Morosini.