Avellino Serie A: le sfide con la Roma al Partenio

Nelle 10 sfide disputate in Serie A in casa, l'Avellino conduce per 3 vittorie a due: cinque i pareggi

Il gol di Tovalieri nella sfida del 17-5-87, l'ultimo successo dell'Avellino sulla Roma

L’amichevole Avellino-Roma, che si sarebbe dovuta disputare il 6 agosto, è solo rinviata, almeno stando a quello che riferisce la società. Nella speranza che questa partita possa disputarsi, ecco, per la nostra rubrica dedicata all’amarcord, il racconto delle dieci sfide disputate in Serie A al Partenio.

Nonostante in quegli anni i giallorossi spesso lottassero per lo scudetto, spesso ad Avellino hanno avuto vita difficile. La prima sfida risale al 8 Aprile 1979. Anche la Roma era quell’anno incredibilmente invischiata nella lotta per la salvezza, e al Partenio finì 0-0, con entrambe le squadre che a fine campionato chiusero a quota 26 punti. L’anno successivo invece, le squadre si affrontano all’ultima giornata, l’11 Maggio del 1980, con l’Avellino che è già salvo. La Roma, che finirà sesta, si impone al Partenio per 1-0 con una rete di Santarelli al ’23 del secondo tempo.

Il gol di Venturini che da il pareggio all'Avellino
Il gol di Venturini che da il pareggio all’Avellino

Nella stagione 1980-81, c’è forse la sfida più importante in assoluto di tutte quelle disputate. Si gioca ancora all’ultima giornata. L’Avellino ha bisogno di un punto per la matematica salvezza, la Roma invece deve vincere e sperare che la Juventus non faccia altrettanto per arrivare allo spareggio scudetto. Sono i giallorossi a passare in vantaggio con Falcao già al ‘5, ma dopo pochi minuti Venturini segna il gol del pareggio che dà ai lupi la terza salvezza in A, quella del “doppio handicap” (terremoto e penalizzazione di 5 punti per il calcio scommesse).

Il gol di Juary che consegna la vittoria ai lupi nella sfida del 24-1-1982
Il gol di Juary che consegna la vittoria ai lupi nella sfida del 24-1-1982

Nella stagione seguente arriva il primo successo biancoverde. Il 24 gennaio 1982, prima giornata di ritorno, un gol di Juary al ’72 stende la Roma. Nel 1982-83, l’anno dello storico secondo scudetto giallorosso, al Partenio finisce pari: a Prohaska per gli ospiti risponde Barbadillo per l’Avellino.

Un pareggio anche nella stagione 1983-84. Alla quart’ultima giornata, la Roma è all’inseguimento della Juventus, l’Avellino in lotta per la salvezza. E’ una partita entusiasmante: la Roma si porta sul doppio vantaggio con le reti di Pruzzo e Cerezo, ma l’Avellino riesce a rimontare con Diaz e il compianto Tagliaferri proprio allo scadere. Punto che si rivelerà fondamentale a fine stagione per la salvezza dell’Avellino, mentre la Roma terminerà seconda dietro la solita Juventus.

Il gol di Diaz nella sfida che finì 2-2, il 21-4-1984
Il gol di Diaz nella sfida che finì 2-2, il 21-4-1984

Nel 1984-85, ancora un pareggio. Questa volta le squadre si affrontano alla prima giornata, e la rinnovata Roma di Eriksson non va oltre lo 0-0 contro l’Avellino di Angelillo. Nel 1985-86, arriva il secondo successo biancoverde sulla Roma. Alla sesta giornata, decide un gol di Ramon Diaz nel secondo tempo, contro una Roma che perderà lo scudetto in modo incredibile contro il Lecce retrocesso alla penultima giornata, a favore della Juventus.

Ancora un successo nella stagione 1986-87. Si gioca ancora una volta all’ultima giornata, e l’Avellino già salvo da un pezzo, festeggia battendo la Roma per 2-1 con le reti di Tovalieri e Murelli, che ribaltano quella iniziale di Bruno Conti.

L’ultima sfida al Partenio è quella del 27 settembre 1987. Siamo alla terza giornata, e l’Avellino incassa già una sconfitta interna che fa presagire la retrocessione di quell’anno. Apre le marcature Boniek per la Roma, quindi l’autogol di Tempestilli per l’Avellino, che poi passa in vantaggio con Schachner. Nella ripresa però, c’è la rimonta giallorossa con le reti di Giannini e Collovati