Avellino-Salernitana 3-2, Novellino: “Vittoria di cuore e di tecnica”

Walter Novellino trova la sua prima vittoria sulla panchina biancoverde e si autoregala un Natale più tranquillo. Gara bella e piena di colpi di scena, tra cui proprio l’espulsione del tecnico dei lupi nella ripresa. Questa le parole dell’allenatore di Montemarano dopo il match.

Derby scoppiettante e difficile da definire. Ma ha denunciato quello che lei voleva: volontà autostima e voglia di vincere.

Tanta voglia di vincere ma dobbiamo migliorare alcune situazione. Ma dovevamo chiuderla. L’abbiamo preparata bene e sono stati bravi i ragazzi come squadra. Peccato per i due gol, che non si possono prendere  gol così nelle mie squadre. Ma complimenti a tutti, partita vinta con le giocate e col cuore”. 

Due gol di vantaggio, uomo in più, poi la paura ?

No paura di vincere no. Avanti 2 a 0 dovevamo fare più attenzione. Forse ci siamo accontentati e non va bene”.

Secondo tempo come con il Benevento? Belloni doveva uscire?

Lo avrei cambiato ma avevo solo un cambio e dovevo aspettare. Ci siamo abbassati anche a causa della scelta di modulo dell’avversario. Ho detto a Verde di seguire Perrotta per aiutare la fase difensiva”

Il più bel regalo di Natale che ci ha fatto?

Non io, ma i ragazzi. Io mi sdebiteró alla fine”.

Nell’economia dei 90 minuti, risultato giusto? Decisioni arbitrali hanno condizionato?

Penso sia stata una vittoria netta. A pochi minuti dalla fine stavamo sul 3 a 1. Giusto gioire ma essere presenti in campo”.

Al ritorno all’Arachi, saranno ancora entrambe in lotta per retrocedere?

Non credo, entrambe le squadre hanno la possibilità si salvarsi anche con tranquillità”.