Avellino-Salernitana, Gubitosa: “Doveva finire 3-0, non 3-2”

La punizione da cui è nato il gol del 1-0 di Jidayi in Avellino-Salernitana

Il presidente onorario dell’Avellino, Michele Gubitosa, nell’intervista a Radio Punto Nuovo, oltre che di calciomercato, ha parlato anche del derby vinto con la Salernitana per 3-2. Ma secondo Gubitosa, “l’Avellino doveva vincere 3-0, non 3-2″, confutando dunque le ipotesi di chi non ha visto una grande prestazione dei lupi. Ecco le ragioni di Gubitosa.

“Gli ultimi minuti abbiamo sofferto tanto, non concordo sul fatto che sia stata la partita più brutta. La squadra era organizzata benissimo, i ragazzi hanno giocato con la motivazione giusta, ma poi i due infortuni hanno costretto Novellino a cambiare in corsa. Così quando la Salernitana ha immesso forze fresche, noi siamo andati in difficoltà”.

Una battuta anche su Abisso: “Sono rimasto allibito dal fatto che l’arbitro ha dato il rigore quando Verde stava ancora festeggiando. I giocatori lì hanno sbandato, non si è capito niente, ma abbiamo retto bene nel complesso. Per me il bicchiere è mezzo pieno, e poi contava solo il risultato”.

Quindi aggiunge: “Abbiamo fatto una bella partita, creando tante occasioni da gol; la partita era da 3-0, non da 3-2. Quando giochiamo benissimo e perdiamo poi i tre punti non ce li danno. Belloni è stato preso di mira in tutti i modi dai giocatori della Salernitana, che cercavano di ristabilire la parità numerica. Sono veramente contento della prestazione”.

Sul prossimo avversario: “A Latina ci servono assolutamente tre punti, non firmo per il pareggio, vorrei una vittoria secca che ci consentirebbe di scavalcare il Latina ed uscire dalla zona rossa. Il Pisa, so per certo, prenderà almeno quattro punti di penalizzazione; dunque per noi la partita è fondamentale dal punto di vista della classifica, perché ci rimetterebbe in media salvezza”