Avellino-Salernitana, Taccone: “Voglio un Partenio stracolmo”

Intervenuto ai microfoni di Contatto Sport, trasmissione in onda su Prima Tivvù, il Presidente dell’Avellino Walter Taccone ha parlato della situazione dell’Avellino in classifica. Sulla striscia di vittorie consecutive: “Siamo una squadra con carattere. Anche quando i risultati non arrivavano la squadra è rimasta unita. Solo quelli in cattiva fede potevano pensare che l’Avellino sarebbe rimasta in quella strana posizione di classifica. Non eravamo abituati a stare lì giù, quindi abbiamo avuto bisogno di grande determinazione e carattere. Rischiavamo di rimanere nel limbo fino alla fine visto che i calciatori erano abituati a stare in ben altre situazioni. Era l’unica preoccupazione che aveva, il non aver l’abitudine a soffrire. Tesser? Lo dico da tempo, è venuto ad Avellino in una situazione difficile, era venuto a gestire una squadra completamente nuova, succedendo ad un grande allenatore come Rastelli in una piazza che veniva da una semifinale playoff. Gli ho dato fiducia e adesso si stanno vedendo i risultati. Ci manca anche qualche punto per errori arbitrali a inizio campionato. Adesso siamo nella posizione che ci compete e ce la giochiamo”.

Sulla riapertura della campagna abbonamenti: “Abbiamo avuto circa 3000 abbonati ad inizio campionato, quindi numeri maggiori rispetto all’anno scorso. E ringrazio uno a uno i tifosi che hanno fatto questo sacrificio. Adesso mi aspetto che dopo questi risultati convincenti l’affetto dei tifosi per questa squadra cresca ancora di più. Spero che tornino più copiosi allo stadio. Facendo un mini abbonamento andranno a risparmiare sul biglietto. Spero che contro la Salernitana ci sia un Partenio stracolmo“.

Il momento più brutto del 2015: Interrompere il rapporto con Massimo Rastelli. Peccato perché avevamo stretto un bellissimo rapporto ed è successo in un modo che non mi aspettavo. Ci siamo incontratI e sentiti per telefono ed è passato tutto, ci siamo abbracciati, con lui con Rossi, Dei e Pisacane. Sono grandi professionisti e Massimo farà una grande carriera. Sono cose che nella vita succedono e non lasciano segni”.

Leggi anche: