Avellino Scandalo Scommesse, Giustizia Sportiva pronta a intervenire

La Giustizia Sportiva è pronta a intervenire sullo scandalo scommesse che coinvolge l’Avellino.

Nelle prossime ore la Procura Federale aprirà un‘inchiesta sullo scandalo delle partite truccate nel campionato di Serie B 2013-2014. Secondo quanto emerso dall’indagine condotta dalla DDA di Napoli, a finire sotto la lente d’ingrandimento sono due partite del campionato cadetto disputatesi nei primi mesi del 2014, entrambe vedono coinvolta la società campana dell’Avellino.

Le partite in questione sono Modena-Avellino e Avellino-Reggina ma, come dichiarato dal procuratore Beatrice, non si esclude il coinvolgimento di altri match. Coinvolti nello scandalo scommesse anche alcuni giocatori, tra cui Izzo e Millesi. Elementi questi che inducono la Giustizia Sportiva a intervenire, come testimonia il comunicato ufficiale diramato dalla Federcalcio:

“In relazione all’indagine condotta dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli che questa mattina ha portato ad una serie di arresti per l’attività illecita di scommesse su partite di Serie B, il Procuratore Federale Stefano Palazzi ha preso contatto con il Procuratore aggiunto Filippo Beatrice ricevendo la piena disponibilità alla trasmissione degli atti allo stato delle indagini. Nelle prossime ore sarà formalmente aperta un’inchiesta della Procura federale sul caso e nei prossimi giorni verrà disposto il ritiro degli atti dalla Dda di Napoli”.

Leggi anche: