Avellino serie B: ecco i calciatori utilizzati da Rastelli finora

L’Avellino si trova alla quarta giornata con ben 7 punti in classifica, frutto di 2 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta rimediata in quel di Lanciano sabato scorso dopo una prestazione molto al di sotto delle aspettative. La rosa di Massimo Rastelli, che pure ha lamentato una disomogeneità in alcuni reparti, sembra essere adatta al raggiungimento di una tranquilla salvezza, anche considerando lo spirito di gruppo che si sta creando tra i giovani ed esperti elementi biancoverdi.

Il mister avellinese ha utilizzato gran parte degli uomini a disposizione nella sua rosa: in particolare l’Avellino è tra le poche squadre che nelle prime quattro giornate ha schierato già due portieri, ossia Seculin e Terracciano, col secondo che sta davvero insidiando la maglia da titolare dell’ex Juve Stabia. Ancora nessun minuto giocato per Giuseppe Di Masi, titolare dallo scorso marzo in maglia biancoverde e che sarà il terzo in serie cadetta.

In difesa invece i punti fermi sono Zappacosta e Bittante per ciò che riguarda gli esterni, mentre al centro Izzo, Fabbro e Pisacane sono stati inamovibili nelle prime giornate: dopo le prime ottime partite, qualche sbavatura di troppo a Lanciano potrebbe far sì che il tecnico della squadra irpina decida di affidarsi all’esperienza di Maurizio Peccarisi, ancora fermo a zero minuti giocati, e che sta recuperando la migliore forma. Nessun minuto giocato anche per il giovane Damo, che sarà spesso aggregato alla Primavera, mentre De Vito ed Abero in occasione della sfida alla Ternana hanno avuto spazio.

Post Lanciano

In serie B però a fare la differenza molto spesso può essere il centrocampo, in cui i Lupi possono contare su una serie di elementi validi: punto fermo Togni, nonostante la forma ancora non eccelsa, assieme a Schiavon e Arini, rivelazione delle prime gare degli irpini. Utile anche Angelo D’Angelo che spesso subentra dalla panchina, oltre ad Emiliano Massimo che sabato a Lanciano ha preso il posto di Togni acciaccato. Pochissimi minuti giocati per Millesi nel secondo tempo della sfida col Novara, mentre fermi a zero Angiulli e Herrera che avranno modo di crescere in questi mesi.

In attacco invece il trio che ha trovato maggiore spazio è quello composto da Castaldo, Soncin e Galabinov, mai insieme, ma che comunque sono gli elementi di maggior sostanza e fisicità per i biancoverdi in attacco: il capocannoniere al momento è Gigi Castaldo, mentre l’ex Ascoli e il bulgaro sono fermi a zero reti. Spazio anche per Dia che a Lanciano ha giocato una ventina di minuti, mentre destinato ad avere poche possibilità di giocare è il Pitone Biancolino che non è mai stato convocato da Rastelli.

Leggi anche -> Lanciano-Avellino: voti e analisi della gara

Leggi anche -> Rastelli dopo Lanciano: soddisfatto, peccato per la sconfitta

Leggi anche -> Linea Verde Sport non inizia: lutto in casa ITV