Avellino Serie A: Juary stende la Roma (1981-82)

Il gol di Juary che consegna la vittoria ai lupi nella sfida del 24-1-1982

Per la nostra rubrica dedicata all‘amarcord della Serie A, oggi andiamo a rivivere una vittoria dell’Avellino contro la Roma nella stagione 1981-82. Al timone della squadra biancoverde c’era Vinicio, che l’anno precedente aveva condotto la squadra a una brillante salvezza, nonostante il “doppio handicap”: terremoto e penalizzazione di cinque punti in classifica.

E la riconferma del tecnico stava portando buoni frutti: alla fine del girone d’andata, cioè prima del match con i giallorossi, l’Avellino era quinto in classifica con sedici punti, quattro in meno della Roma di Pruzzo e Falcao, che era invece quarto. Una squadra fortissima quella giallorossa, che aveva sfiorato lo scudetto l’anno prima e lo vinse in quella successiva.

Al Partenio però, quel 24 Gennaio del 1982, fu più forte l’Avellino, che si impose con una rete di Juary nel secondo tempo, dopo che il primo tempo era stato abbastanza equilibrato. La squadra irpina non riuscì poi a mantenere quella posizione di classifica: i contrasti tra il patron Sibilia e Vinicio portarono all’esonero di quest’ultimo alla 21esima giornata. Alla fine riuscì comunque a chiudere all’ottavo posto, con Claudio Tobia in panchina.

Ecco il tabellino del match:

Avellino: Tacconi, Rossi, Ferrari, Tagliaferri, Favero, Di Somma, Piga (’17 st Giovanelli), Piangerelli, Juary, Vignola, Chimenti (‘1 st D’Ottavio) All. Vinicio

Roma: Tancredi, Spinosi, Nela, Turone (’28 st Perrone), Falcao, Sonetti, Chierico, Giovannelli, Pruzzo, Maggiora, Scarnecchia (’39 st Di Chiara). All. Liedholm

Arbitro: Lo Bello

Rete: ’27 st Juary

Ammoniti: Turone, Scarnecchia, Giovannelli (R); Favero, Giovannelli, Rossi (A)

E questa è la sintesi del match: