Avellino-Spezia 1-0, Toscano: “Tutta la squadra merita 10 e lode”

C’è un Toscano orgoglioso dei suoi dopo la partita vinta con lo Spezia. Elogi per tutti, senza distinzioni. La ripresa dell’Avellino, soprattutto oggi, è stata evidente. A prescindere dal gol, infatti, è venuta fuori la voglia di vincere e combattere, su ogni pallone.

L’Avellino risorge nello spirito e nel gioco, nonostante gli infortuni, anche durante la gara. Nel corso della gara cosa ha pensato? Avevo visto bene i ragazzi in settimana. Ho chiesto di rialzarsi subito e l’hanno fatto. Sono entrati convinti. In settimana hanno preso la responsabilità della sconfitta a Perugia e nonostante la pressione e le critiche, oggi sono arrivati i punti. Bisogna dare continuità, anche in trasferta”. 

Tra le prime gare di questo campionato, questa è la migliore, per attenzione e anche a livello tattico. Anche lo 0 a 0 non avrebbe cancellato la buona partita.  I ragazzi si sono ritrovati. Si sono guardati negli occhi ed é nato qualcosa di speciale. Hanno capito che per lavorare in piazze come Avellino c’è bisogno di non farsi prendere dalle critiche”.

Con il 4-3-3 c’è equilibrio? Come mai tanti infortuni? Il campo in sintetico é irrilevante. Tanti infortuni nel girone di andata, ma nel ritorno caleranno. L’Avellino paga la tensione, perché i calciatori cercano di andare oltre le possibilità”. 

Come con Verde, parlare a centrocampo in allenamento con D’Angelo ha portato bene. Lui e Soumare sono stati il cuore della squadra. Castaldo ha detto di mettere 10 a tutti.  Sono d’accordo con lui. Taccone mi ha dato fiducia. Essere sotto pressione fa parte del lavoro, ma sono tranquillo. Darei 10 e lode ai ragazzi per cuore e umiltà. D’Angelo é il calciatore con cui parlo di più. Ha l’esperienza giusta per affrontare tutto con serenità. La rosa é giovane e persone così fanno sempre bene”.

Il 4-3-3 ha migliorato la difesa e reso più pericoloso l’attacco? Potevamo giocare solo così. Avevamo trequartisti ed esterni e non attaccanti. É stata una partota perfetta sotto tutti i punti di vista. Non voglio parlare dei singoli, bene tutti”.

C’è stato qualcosa che non è piaciuto? “A caldo no. Ma rivedrò la partita e cercherò di capire se qualcosa e andato male. Bisogna essere più cinici e non abbassarsi troppo”. 

La scelta Frattali? Ha fatto bene nelle ultime uscite e meritava di giocare”. 

Prospettive per Novara? Noi stiamo dando continuità in casa, ora troviamo quella in trasferta”  

Soumare, lei lo ha praticamentw riesumato? “É un ragazzo straordinario. Per applicazione e determinazione nel lavoro e sta raccogliendo i frutti. Il campo parla per lui. Oggi tutta la rosa mi da la sensazione di poter giocare”.

Esordio di Perrotta? L’ho visto bene recentemente e sta tornando quello che conoscevo dopo un periodo particolare. Si è ritrovato e ha preso i frutti del lavoro costante”.

Senza attaccanti, serviva l’episodio? Serviva la contrazione giusta per scendere bene in campo oggi”.

Come si spiega che l’Avellino ha impiegato tanto tempo per trovare questa forma? Meritavamo più punti di quanti ne abbiamo. Siamo cresciuti in compattezza, nella rincorsa dell’avversario”.