Avellino, striscioni contro Taccone e De Vito: la contestazione continua

Non c’è pace per l’Avellino, che continua a essere contestato dai tifosi anche al di fuori dello stadio. Dopo lo striscione a Piazza Libertà contro Taccone, a essere nel mirino dei tifosi è entrato anche il direttore sportivo Enzo De Vito, oltre a un altro striscione apparso contro il Presidente della società a Serino nella notte.

“Stupide promesse, soliti inganni. Zio Paperone ti conosciamo da anni”. Così lo striscione apparso nella cittadina irpina, senza firma, contro il proprietario della società. Contro De Vito invece lo striscione è apparso nei pressi dello stadio, firmato dalla Curva Sud: “Ma quale direttore..torna a fare il ristoratore”.

Ecco lo striscione contro Taccone

Striscione contro Taccone

Insomma, un clima tutt’altro che sereno, dopo che lo stesso Taccone nella giornata di ieri, rispondendo a una domanda, aveva affermato di essere pronto a vendere la società se qualcuno avesse portato almeno sei milioni di euro per acquisire la società. Domani però le attenzioni dovrebbero essere rivolte al campo, poiché una vittoria contro il Pisa sarebbe fondamentale per rimanere agganciati al treno salvezza.

Taccone Zio Paperone, striscioni Curva Sud (foto)