Avellino, Taccone: “Sponsorizzazione iniziativa di De Cesare”

Il presidente a ruota libera anche su calciomercato, campagna abbonamenti e questione societaria

Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa al Partenio, per presentare la nuova sponsorizzazione dell’Avellino Calcio ad opera della Sidigas di De Cesare. Il presidente Walter Taccone, nell’attesa dell’arrivo di De Cesare ha quindi spiegato come è nata l’iniziativa, parlando anche di mercato, abbonamenti e della trattativa fallita con D’Agostino. Ecco le sue parole.

Sulla sponsorizzazione: “E’ stato un fulmine a ciel sereno. De Cesare mi ha detto: dato che parliamo ormai da tre anni, credo sia il momento giusto per venire a dare una mano all’Avellino. E’ stata una sua iniziativa che ho raccolto con estremo piacere, lo ha fatto per cercare di dare una mano all’Avellino e potenziare la squadra”.

Sul fallimento della trattativa con D’Agostino: “Non si può comprare a zero euro una società che ha un certo fatturato, era una proposta irricevibile. In questi otto anni, non abbiamo mai avuto problemi economici”. A questo punto ha un battibecco con un giornalista: “Molta gente legge i numeri senza sapere di cosa parla”.

Quindi svela: “La sponsorizzazione è di tre anni, legata anche ai risultati, più la squadra va bene, più crescerà la sponsorizzazione. Sull’ipotesi di creare una polisportiva tra Avellino Calcio e Scandone Avellino: “Vediamo se questa iniziativa va bene, è un progetto che non escludo”.

Sull’asse di mercato con il Genoa: “Stiamo parlando con Preziosi di sinergie di mercato, lui ha detto di volere dare una mano alla sua città, poi non escludo che da cosa nasce cosa”. Ancora sul mercato: “Stiamo tentando di prendere Lezzerini definitivamente, il secondo portiere potrebbe essere Ujkani, abbiamo preso Rizzato e chiuso per Falasco, arriverà in prestito con diritto di riscatto per noi”.

Sempre sul mercato: Marchizza è un ragazzo che vuole venire ad Avellino, ma dobbiamo pazientare perché la Roma voleva portarlo in ritiro, comunque verrà da noi. Stiamo lavorando anche per il centrocampo e l’attacco, pensiamo di prendere nove giocatori, in difesa abbiamo il problema di Migliorini che ancora non è definitivamente guarito”.

Sulle cessioni: “Mokulu dovrebbe andare via, Paghera anche, ma in cambio di un altro calciatore, mentre molti ragazzi andranno a giocare in Lega Pro”.

Campagna abbonamenti: “Abbiamo fatto 500 tessere, mi sarei aspettato di più, ma capisco i tifosi per quello che è successo con lo stadio. Ora mi aspetto che il botteghino dello stadio sia più frequentato”. 

Sulla questione stadio: “La licenza d’uso non c’azzeccava niente con i canoni di locazione pregressi. Ho visto vignette simpatiche su di me sui social, mi hanno fatto ridere, ma ho sempre detto che la licenza d’uso erano obbligati a darcela”.

Chiude: “Il 28 Luglio molto probabilmente ci sarà un triangolare con Cagliari e Cremonese in memoria di Paolo Pagliuca, mentre per il 7 Agosto per la Coppa Italia il Frosinone ci ha chiesto di giocare al Partenio, io ho dato l’ok”.