Avellino, Taccone difende Rastelli: “Non ha Colpe”

Il Presidente dell’Avellino Walter Taccone ha parlato ai microfoni di Irpinia Tv dopo la batosta subita in casa contro il Perugia: “Il discorso dei playoff e del secondo posto probabilmente ha distratto qualche giocatore che credeva di aver già raggiunto l’obiettivo stagionale. Bisogna tornare a pedalare e mettere i piedi a terra, devono rimanere concentrati settimana per settimana, finora non abbiamo fatto niente. Non andare a fare i playoff per me equivarrebbe ad una retrocessione. Dobbiamo fare una piccola ammenda, nei momenti di difficoltà deve venire fuori la personalità dei giocatori più esperti”.

Su Massimo Rastelli, messo in discussione da qualche tifoso al termine del match contro i grifoni: “Sabato quando sono uscito dallo stadio ero molto avvilito, ho fatto capannello con una cinquantina di tifosi che chiedevano la testa dell’allenatore. Questa cosa mi fa sorridere, il mister non è in discussione, è un uomo di calcio, può piacere e non piacere ma ha la mia totale fiducia. I cambi che ha fatto sono cambi che avrei fatto anch’io. Quando non sono d’accordo con una cosa la dico”.

Sulla prossima trasferta di Catania:Dobbiamo andare in Sicilia con la mentalità di andarci a prendere i tre punti. Possiamo pure perdere 5-0, ma dobbiamo scendere in campo con una mentalità vincente”.

Leggi anche: