Avellino, Taccone e Cipriano sul Nuovo Stadio “Partenio-Lombardi”

Intervenuto telefonicamente nella trasmissione in onda su Primativvu, Contatto Sport, il presidente dell’Avellino Walter Taccone, che ha voluto fare una precisazione sul progetto del nuovo stadio: “Ho letto una sciagurata intervista dell’assessore Giordano, in questa città quando cerchi di fare qualcosa c’è sempre qualcuno che ribatte… Noi non siamo creditori verso il Comune, anzi, credo che siamo proprio noi i creditori, dovremmo riavere 500.000 euro. Chiedo a chi scrive sui giornali in toni diffamatori verso l’A.S. Avellino 1912 di andarsi a guardare un po’ le carte. Noi abbiamo fatto i lavori non perché ci piaceva fare lo stadio verde, ma perché eravamo costretti a svolgere questi lavori. Chiunque può parlare in positivo e in negativo ma questa è la situazione reale”.

Taccone ha poi proseguito: Non abbiamo presentato ancora un progetto definitivo. Noi abbiamo presentato la situazione e le prospettive, abbiamo chiesto al Comune se fosse di loro gradimento, abbiamo necessità di mettere il progetto in un tridimensionale e di chiarirlo alla Giunta Comunale, abbiamo interesse a presentarlo alla stampa perché non facciamo chiacchiere. Noi stiamo aspettando la risposta del Comune, che deve valutare se il tutto è fattibile dal punto di vista urbanistico. Stiamo lavorando a questo progetto da tempo. Andremo a favorire l’eliminazione di tutte le code che si creano adesso prima e dopo la partita. Abbiamo la fortuna di avere lo stadio “Partenio-Lombardi” al centro della città, ed è un grande vantaggio. Tutte le iniziative che andremo a realizzare in quella zona, permetterebbero al complesso delle strutture che ruotano intorno allo stadio di poter essere aperte tutti i giorni”.

A seguire anche il commento del presidente del Teatro Carlo Gesualdo, Luca Cipriano, che non disdegna di riservare qualche frecciatina all’Amministrazione Comunale: “Non capisco come si possa dire di no ad un progetto del genere, dove il Comune non deve cacciare di tasca propria neanche un euro. Sarebbe una vera e propria riqualificazione di quella intera zona. Mi meraviglierei se il Comune metterebbe i bastoni tra le ruote agli imprenditori privati che vogliono realizzare questa sfida. Avellino ha bisogno di movimenti, di futuro e di uno scossone. E’ un progetto ambizioso, creare una cittadella dello sport, con negozi, palestre, ristoranti. Non possiamo costruire una città che gravita soltanto intorno al Corso Vittorio Emanuele. Il calcio è uno degli elementi che sposta centinaia, migliaia di persone – aggiunge Cipriano – se queste persone hanno la possibilità di vivere lo stadio 24 ore su 24 tutta la città, anche da un punto di vista economico, ne gioverebbe. L’Amministrazione Comunale dovrebbe mettersi nelle condizioni di dialogare con la società. Ad Avellino, quando si ha un’idea si fa di tutto per farti passare la voglia di realizzarla”.

Leggi anche –> Nuovo Stadio Partenio-Lombardi, Progetto Presentato al Comune di Avellino

Leggi anche –> Taccone, il Logo, il Nuovo Stadio e l’Avellino