Avellino, Taccone: “Stupito da Rastelli”

All’indomani delle scottanti dichiarazioni fatte da Massimo Rastelli, attuale allenatore del Cagliari, è intervenuto davanti alle telecamere il presidente dei Lupi Walter Taccone, il quale si è sentito ferito dal comportamento e dall’atteggiamento assunti dall’ex tecnico biancoverde: “Mi stupisce come i giornalisti mettano sullo stesso piano una persona seria con altre che invece non meritano la stessa fiducia, mercenari allenatori, giocatori e preparatori. Non ho letto un passaggio fondamentale della vicenda, – aggiunge – ovvero che Rastelli ha firmato una sorta di pre-accordo con noi e che mi ha stretto la mano dandomi appuntamento a due giorni dopo. Il resto sono chiacchiere da bar. Ce la siamo presa – prosegue il numero uno del sodalizio irpino – perchè non si può prendere un impegno e poi non rispettarlo dall’oggi al domani. E’ bene che il tifoso sappia come siano andate le cose”.

All’ombra del “Partenio-Lombardi” è arrivato Attilio Tesser, guida tecnica esperta e preparata: “Lo abbiamo scelto perchè ha la serenità per potersi prendere sulle spalle quelle responsabilità che fino a ieri sono state scaricate su calciatori, sull’aspetto psicofisico e sulla mentalità. Ci siamo stufati di questa situazione, non ne possiamo più. Tesser – spiega – sta partecipando attivamente alla scelta degli elementi della sua rosa, come nel caso di Gagliardini. Non consentirò al mio allenatore di dire che abbiamo una squadra di brocchi. Se ce l’abbiamo è colpa della dirigenza. Chi non se la sente di disputare un campionato importante con un certo tipo di squadra può anche tirarsi indietro. I calciatori – conclude – dovranno essere salvaguardati da me in primis e dallo staff tecnico. Ho chiesto al mister di portare il più possibile la squadra in provincia per le amichevoli infrasettimanali.”

Leggi anche :

Rastelli: “Non ho tradito nessuno”

Roberto Gagliardini all’Avellino, Taccone: “E’ fatta”