Avellino, Taccone: “Tre soci vogliono entrare in società”

Ecco le parole del patron bianco-verde a Linea Verde Sport

Walter Taccone, presidente dell’U.S. Avellino, ha parlato nella trasmissione Linea Verde Sport, sul canale Sport Channel 214, con il club irpino già al lavoro per la programmazione della prossima stagione, dove disputeranno il Campionato di Serie B, dopo la salvezza conquistata dalla squadra, nell’ultima giornata, contro il Latina per 2-1.

Sulla possibilità dell’ingresso di nuovi soci in società: “Tre soci vogliono entrare in società. Io volevo sempre un altro socio o altri due. Avere qualche socio in più significa fare una programmazione più alta e garanzie maggiori, guardare in futuro in maniera propositiva. Ci servirà un amministratore e un manager. Ma devono essere persona che ci sgravi dai nostri impegni. Mi farà piacere vendere la mia quota agli esterni. E mi farà piacere che lavorasse per noi. A me interessa il bene di questa squadra“.

Inoltre, ha parlato sull’incontro avuto nei scorsi giorni con Michele Gubitosa: “Abbiamo discusso sul futuro che cosa ci riserva. Si gettano le basi per la programmazione di un certo tipo. E’ stato un anno difficile, abbiamo affrontato impegni importanti. La data importante sarà quella dell’iscrizione in Serie B, il 15 giugno, pagare l’ultima rata per Lasik e di Solerio. Ora dobbiamo vedere come mettere in atto queste cifre. Dopo un anno così dobbiamo avere programmi ambiziosi. Il mio impegno è quello di far partire a fine mese la campagna abbonamenti“.

Sull’ultima partita di campionato contro il Latina, ha aggiunto: “Quando ha segnato Insigne ero scosso. Sono andato agli spogliatoi a congratularmi con lui per il bellissimo gol. Al gol di Castaldo sono stato felicissimo. E’ un giocatore eccezionale. E’ di grandissima categoria e sono felice per lui che ha segnato perchè, un giocatore che è l’anima di questa squadra e messo in secondo piano, entra in campo con una mentalità da giovane. Così come quella che l’avuta D’Angelo“.

Sulla questione stadio, ha aggiunto: “L’Avellino può giocare in stadi alternativi, chiedendo alle proprietà di altri stadi per darci la disponibilità. Mi devo premunire, altrimenti il problema deve avere una l’alternativa. Non mi faccio ricattare da nessuno. Sono convinto che la situazione non finirà qui“.

Parlando del tecnico Walter Novellino, ha commentato: “Saremo felici che restasse con noi anche per la prossima stagione. Siamo sanguigni entrambi e abbiamo un gtande rispetto l’uno con l’altro. Sarà deciso tutto al termine di questo mese“.

Parlando dell’ex allenatore dell’Avellino Domenico Toscano, ha aggiunto: “Forse ha avuto un problema di ambientamento con lo spogliatoio. Non mi sono trovato d’accordo con quelli che dicevano che questa squadra sarebbe stata retrocessa a febbraio con ancora lui in panchina. Mio figlio Massimiliano voleva già esonerarlo, ma io e De Vito abbiamo pensato che al momento non era l’idea giusta“.

Infine, sui giocatori che resteranno al club e che andrà via, ha dichiarato: “Ardemagni è un buon giocatore ed è di nostra proprietà. Radunovic, Djimsiti e anche Gonzalez non credo che restino per la prossima stagione, lo stesso per Verde che a tratti è stato devastante dove con i suoi gol ci ha regalato tanti punti“.