Stagione 2006-07, Girone B di Serie C1. L’Avellino, dopo aver duellato con il Ravenna per il primo posto per tutta la stagione, è costretto ai play-off, da secondo in classifica. I biancoverdi hanno chiuso il campionato a quota 66 punti (due di penalizzazione), dietro i romagnoli a 69. Sul podio la Cavese, dietro le due pugliesi Foggia e Taranto.

La squadra irpina però non ci arriva bene. Dopo essere stata a lungo in testa alla classifica, nel girone di ritorno la squadra cala, e ad aprile c’è l’esonero di Galderisi, in seguito alla sconfitta contro la Cavese. Arriva l’esperto Vavassori, che gestisce il finale di stagione senza troppi stravolgimenti di una squadra che aveva dato spettacolo per gran parte del campionato (da ricordare il 4-0 alla Salernitana)

Nella semifinale dei play-off la squadra biancoverde deve affrontare il Taranto. All’andata in Puglia finisce 1-0 per i padroni di casa con rete di Zito. Il ritorno è in programma ad Avellino il 3 giugno, con il Partenio che riapre dopo due partite a porte chiuse, per gli incidenti dopo la gara contro la Ternana, terminata per 3-3. La rete di Bonfiglio per gli umbri al ’50 aveva scatenato la rabbia dei giocatori di casa contro l’arbitro Lioce di Molfetta, da cui la squalifica del terreno di gioco.

Al Partenio quel giorno ci sono più 10.000 spettatori, ma l’Avellino, che annovera in attacco calciatori del calibro di Evacuo e Biancolino, non riesce mai a rendersi pericoloso, soffrendo la difesa del Taranto. Quando ormai tutto sembra perduto, ecco che all’86 arriva una punizione per l’Avellino. La posizione però è molto lontana dalla porta, più di 30 metri.

Al tiro va lo specialista, “Bum Bum” Moretti, che non tradisce: la palla passa per una selva di gambe e incredibilmente va a finire nell’angolino basso, dove Barasso non può arrivarci. E’ l’apoteosi al Partenio, che dopo una partita di sofferenza, può esplodere: l’Avellino passa per il miglior piazzamento in campionato, e in finale troverà il Foggia, dove avverrà un altro mezzo miracolo…

Ecco il tabellino dell’incontro:

Avellino: Gragnaniello, Ametrano, D’Andrea, Puleo, De Angelis (’60 Porcari), Riccio (’80 Ascenzi), Di Cecco (’69 Garzon), Moretti, Grieco, Biancolino, Evacuo. All. Vavassori

Taranto: Barasso, Cosenza, Prosperi, Pastore (’81 Caccavale), Colombini, Cejas, De Liguori, Toledo (’75 Larosa), Mancini, Zito (’57 Panini), Ambrosi. All. Papagni

Qui il gol con la radiocronaca di Carmine Losco

Qui il gol visto dalla Tribuna Terminio