Avellino-Ternana, Toscano si gioca la panchina contro il suo passato

Per Domenico Toscano Avellino-Ternana è sicuramente una gara dal sapore particolare. Non solo per la delicatezza del momento che sta vivendo la squadra irpina, ma anche perché il coach calabrese ha allenato la Ternana per quasi tre anni: dalla stagione 2011-12 fino al dicembre 2013, e poi una breve parentesi nel 2015-16, quando fu esonero dopo sole quattro giornate di campionato.

Rischio esonero che incombe anche in questo momento sul tecnico, fino ad ora mai troppo amato dalla piazza. A Toscano si rimprovera soprattutto di non avere mai dato una identità di gioco alla squadra, sin dal ritiro, e poi di non aver ancora trovato il modulo giusto. Si era infatti partiti con l’idea del 3-4-3, poi abbandonato dopo la debacle contro la Virtus Bassano in Coppa Italia.

Quindi la virata sul 3-5-2, con cui si è iniziato il campionato, ma che a lungo ha visto fuori dall’undici titolare Daniele Verde, titolare solo alla settima giornata contro la Pro Vercelli. Quindi, dopo la batosta di Perugia, l’Avellino è passato al 4-3-3, con cui la squadra aveva giocato bene contro lo Spezia, per poi perdere a Novara.

Ora la gara contro la Ternana, che l’Avellino non può assolutamente fallire, essendo questo uno scontro salvezza in piena regola. Per Toscano saranno 90 minuti molto lunghi, ma potrebbero anche essere gli ultimi in caso di sconfitta.

Leggi anche