Avellino: un mese vissuto tra falsi scoop, inutili allarmismi e chiacchiere al vento

C’era chi si augurava l’ennesima estate calda in casa Avellino. Anzi, caldissima. Amplificando i dissidi interni alla dirigenza ed arrivando persino ad ipotizzare ostacoli per l’iscrizione al prossimo campionato di serie B. E sarà rimasto deluso, questa mattina, quando il duo Taccone-Iacovacci ha annunciato che manterrà gli impegni, pagando gli stipendi dei dipendenti e iscrivendo regolarmente l’As Avellino al prossimo campionato di serie B.

Guai a parlare di pace fatta. Né di passi indietro da parte della famiglia Iacovacci, che ha confermato ancora una volta la volontà di uscire di scena. I problemi tra i due soci, che hanno condotto l’Avellino in cadetteria, restano e sono evidenti. Taccone potrebbe ritrovarsi da solo alla guida della società o affiancato dalla cordata di cui si parla in questi giorni. Ma i tifosi possono tirare un sospiro di sollievo. Stamani, in circa 200, si sono presentati in Piazza Libertà, di fronte alla sede della società, per chiedere rassicurazioni sul futuro.

iacovacci avellino

D’altronde, sin dal giorno dopo la vittoria della SuperCoppa di Trapani, hanno trascorso l’ultimo mese tra inutili allarmismi, tentativi maldestri di scoop e drammatici annunci sui social network. Niente da fare, sarà per la prossima volta.

Tra mille difficoltà e centinaia di nemici, l’As Avellino continua per la sua strada. Ed è facile prevedere che nelle prossime ore saranno annunciati i prossimi colpi (ufficiali) di mercato. Enzo De Vito non si è mai fermato, neanche di fronte alle voci (spesso infondate e solo destabilizzanti) messe in giro ad arte. Come ogni estate e sempre dai soliti. Gli stessi che ora la definiscono “Avellino“, quando fino ad un paio di mesi fa la chiamavano (volutamente) “As Avellino.

Per tutti coloro che su determinate tematiche sembrano marciarci (e forse anche provarci gusto), appuntamento, dunque, al prossimo anno…

Leggi anche -> Società, incontro ok tra Taccone e Iacovacci

Leggi anche -> Avellino, situazione societaria: giornata decisiva

Leggi anche -> Promozione Avellino, anche i media salgono sul carro dei vincitori