Avellino-Venezia: lagunari ancora senza reti subite

Il Venezia è l'unica squadra del campionato di Serie B senza reti al passivo

Sarà una sfida particolare dal punto di vista tattico quella tra Avellino e Venezia, in programma lunedì sera al Partenio-Lombardi, per l’anticipo della quinta giornata del campionato di Serie B.

Le due squadre in queste prime quattro giornate, pure avendo gli stessi punti in classifica (sei), li hanno raggiunti in maniera abbastanza diversa. Se l‘Avellino ha nel suo score due vittorie e due sconfitte, con tanti gol fatti (9) e anche tanti subiti (8), il Venezia ha collezionato una vittoria e tre pareggi, con (2) soli gol fatti, e addirittura (0) subiti.

Potrebbe sembrare un paradosso per una squadra allenata da uno dei più prolifici ex centavanti italiani degli ultimi trent’anni, Filippo Inzaghi. Eppure i lagunari hanno nella difesa la propria forza. Dopo lo 0-0 all’esordio contro la Salernitana, un altro 0-0 a Cesena; quindi il colpaccio a Bari (2-0) e un altro 0-0 nell’ultima contro lo Spezia.

Da chi è composta la difesa bunker di Inzaghi? Nelle ultime due partite il Venezia con un modulo apparentemente spregiudicato, il 3-4-3. Davanti al portiere scuola Juventus Audero, ecco il terzetto composto da Modolo, Andelkovic e Domizzi, tutti calciatori di esperienza, gli ultimi due anche con trascorsi in Serie A.

A centrocampo, sulle fasce troviamo Zampano e Del Grosso, in realtà due terzini naturali, che proprio per questo, svolgono bene la fase difensiva. In mezzo ecco Bentivoglio (che però sarà squalificato contro l’Avellino) e Suciu. In attacco invece Moreo e Falzerano giostrano alle spalle di una vecchia conoscenza biancoverde, Zigoni, che ha segnato uno dei due gol della squadra veneziana (l’altra rete è di Bentivoglio).

Lunedì sera Inzaghi dovrebbe cambiare qualcosa, come aveva peraltro dichiarato pubblicamente. Al posto dello squalificato Bentivoglio potrebbe giocare l’ex Vicenza Signori o l’ex granata Soligo (un gol in un Avellino-Salernitana del 2008-09 finito 1-1). In attacco potrebbe invece giocare dall’inizio Marsura, sempre subentrato in queste prime tre giornate, al posto di Moreo o Falzerano.