Avellino, Walter Taccone: “Non siamo brocchi, ci riprenderemo”

La sconfitta contro il Cittadella deve far riflettere l’Avellino, ma non deve abbatterlo, la squadra deve centrare l’obiettivo playoff. Il presidente Walter Taccone è stato chiaro, ospite della trasmissione di Primativvù, Contatto Sport. I lupi di Massimo Rastelli devono riprendersi presto da questo ko, e deve essere da lezione per le partite che verranno. Il patron biancoverde ha analizzato la partita del “Tombolato“: “Nessuno di noi si aspettava questo risultato. Avessimo perso contro una squadra del nostro livello ci stava anche. I valori in campo non si sono visti sulla carta. La squadra è ancora un po’ imballata, i ragazzi con i quali ho parlato mi hanno riferito che non riuscivano a fare quello che il mister gli ha detto di fare. Abbiamo preso un gol da uno schema su cui eravamo preparati, questo vuol dire che abbiamo sofferto in maniera pesante il caldo ed altri fattori ci hanno condizionato“.

Sulla situazione dei biancoverdi, che quest’anno dovranno fare una stagione diversa rispetto all’anno scorso: “La situazione attuale dell’Avellino è differente dall’ultima stagione. Le squadre che partono per salvarsi, come abbiamo fatto noi dodici mesi fa, cercano di mettere in cascina quanti più punti possibili all’inizio. Noi siamo una squadra costruita per fare bene a lungo termine“.

Sulle parole di Massimo Rastelli nel post partita: “Si è assunto tutte le responsabilità, un grande professionista. Ma questo non è vero. La preparazione è stata inappuntabile, il mister ha spiegato ai giocatori come giocava il Cittadella, nel dettaglio ha trovato le contromisure. I giocatori probabilmente non sono stati in grado di apprendere. Nessun errore nelle sostituzioni, chiunque può dire ha messo questo doveva mettere l’altro, noi lo paghiamo per compiere queste scelte“.

Leggi anche –> Avellino, Walter Taccone attacca due ex biancoverdi

Leggi anche –> Taccone lancia Regoli: “Può fare meglio di Bittante”