Bari-Avellino 2-1, per i lupi sconfitta di rigore

L'Avellino recrimina per il rigore piuttosto generoso concesso al Bari, poi rivelatosi decisivo

Ancora una volta l’Avellino esce sconfitto da Bari. Un 2-1 che però lascia l’amaro in bocca alla squadra di Novellino, che era passata in vantaggio con un gol di Kresic. La gioia però dura poco, poiché prima Improta pareggia con un gran tiro da fuori, e poi Galano segna il gol del 2-1 su un calcio di rigore molto generoso, se non addirittura inesistente, concesso dall’arbitro Aureliano di Bologna. A evidenziarlo anche molti calciatori dell’Avellino in conferenza stampa nel post-partita, tra cui Lezzerini.

L'episodio del rigore assegnato al Bari
L’episodio del rigore assegnato al Bari

Davvero un peccato perché il pareggio sarebbe stato sicuramente il risultato più giusto, anche se l’Avellino ancora una volta in trasferta ha giocato in modo più timido rispetto alle partite in casa. Come ammesso implicitamente anche da Novellino, che nel post-partita ha parlato di un Avellino senza troppa convinzione, con l’aggravante di essere riusciti a passare in vantaggio.

Appare evidente dunque come l’Avellino continui a soffrire lontano dal Partenio: si tratta della terza sconfitta su quattro gare, dopo quelle contro Cesena e Cremonese, con l’unico exploit a Novara. La difesa inoltre continua a incassare: 14 reti subite in otto gare, che fanno della retroguardia biancoverde una delle peggiori del campionato di Serie B, meglio solo di Cesena, Ternana e Foggia.

A parziale attenuante della squadra biancoverde l’assenza di Morosini: il calciatore ex Brescia ha caratteristiche uniche nello scacchiere della squadra di Novellino, che cercherà di recuperarlo per la gara contro la Salernitana, in programma domenica prossima al Partenio all’inedito orario delle 17.30

I granata nell’ultimo turno hanno pareggiato per 0-0 in casa contro l‘Ascoli, ed è per la sesta volta che chiudono una gara con il segno “X” in questa stagione. Solo una volta hanno vinto, contro lo Spezia all’Arechi, così come solo una volta hanno perso, 1-0 a Carpi alala terza giornata.

Se da un punto di vista è risaputo che il derby è una partita a sé e quindi i quattro punti di differenza in classifica non conteranno troppo, l’Avellino però dovrà far valere il fattore campo e portare a casa la vittoria. Ricordiamo che la prevendita per la partita partirà già domani, e si prevede un affluenza alta al Partenio; l’invito dunque è quello di comprare subito i biglietti per non rischiare di rimanere a bocca asciutta.