Umana Venezia-Sidigas Avellino, via alla semifinale (Play Off 2017)

La sfida è difficile ma non impossibile

Manca ormai poco per il grande ballo delle semifinali dei Play Off 2017, ballo al quale come è risaputo partecipa anche la Sidigas Avellino. L’avversaria è una di quelle davvero temibili, lo è perché il roster dell’Umana Reyer Venezia è lungo e capace di una difesa asfissiante. I lagunari tra l’altro quest’anno hanno vinto tutti e quattro i confronti con la Sidigas: i due in campionato e quelli valevoli per gli ottavi della Basketball Champions League.

La difesa è dunque una dei maggiori punti di forza dei veneti, i quali sono capaci di applicare svariati tipi di difesa, molto però dipenderà anche dal metro arbitrale, difatti i cestisti veneziani mettono spesso le mani addosso agli avversari, dunque un metro permissivo potrebbe favorirli, mentre al contrario, uno fiscale sfavorirli.

Se la difesa è un loro punto di forza, lo stesso non si può dire del loro attacco, il quale è spesso monotematico, essendo stra-dipendente dal tiro da 3, per tale motivo per la Scandone, sarà fondamentale limitare i tiratori della Reyer, se si riuscisse a fare ciò per i lupi la strada sarà probabilmente più facile.

Al contrario di Venezia, Avellino può contare su un gioco offensivo più variegato. Analizzando brevemente le differenze tra i due roster, sicuramente più lungo e fisico quello veneto, mentre più agile e bello da vedere quello irpino. Sfida dunque complicata, anche molto, ma non certo impossibile, questa che i lupi dovranno affrontare contro le pantere.