Basket Supercoppa Italia, Sacripanti: “Vogliamo vincere la Coppa”

Pino Sacripanti crede nella conquista del trofeo

Pino Sacripanti è pronto per andare insieme ai suoi ragazzi a Milano, dove l’obiettivo, come dichiarato dal coach è solo uno: “Vogliamo vincere la Supercoppa”.

Ecco le dichiarazioni che il coach della Scandone ha rilasciato in conferenza stampa

Innanzitutto parla del percorso che ha portato la Scandone a giocarsi questo importante trofeo: “Andiamo a giocare questa competizione grazie allo splendido campionato che abbiamo disputato la scorsa stagione e lo facciamo proprio contro Reggio Emilia, squadra che lo scorso anno abbiamo affrontato sia in Coppa Italia che ai Playoff, insieme abbiamo scritto una bella pagina di pallacanestro, ma poi c’è stata Milano che si è dimostrata più forte di tutti”.

Quale è l’obiettivo?: “La Supercoppa è un trofeo importante anche se tutte le squadre si presentano con molteplici punti interrogativi, noi ad esempio siamo nuovi per 7/12 e solo da pochi giorni abbiamo potuto inserire gli ultimi due giocatori. In ogni caso però, l’obiettivo è vincere la Supercoppa, cosa che credo che vorranno fare tutte le partecipanti”.

Cosa pensa Sacripanti di Reggio Emilia? Ecco la sua risposta da gran signore qual’è: “Reggio Emilia è una società che stimo molto, molto brava col settore giovanile e nel lavorare con gli italiani, tutto questo le garantisce una solida identità, inoltre hanno tanti sponsor ed un palazzetto sempre pieno. Non dobbiamo nemmeno dimenticare che loro sono i detentori del trofeo, per cui siamo onorati di essere al loro stesso livello. Dobbiamo essere in grado di emularli”.

Chi tra i due roster è più esperto?: “Noi abbiamo diversi giocatori importanti che giocano per la prima volta in Italia, mentre la maggior parte dei loro giocatori conoscono molto bene il nostro campionato, per cui probabilmente l’esperienza è dalla loro parte”.

Il coach parla brevemente anche del mercato biancoverde: “Dovendo cambiare sia il pacchetto dei lunghi che quello esterni abbiamo preso i giocatori che facevano al nostro caso”.

La favorita per la vittoria finale: “Tutti possono vincere questa competizione”. Passa a parlare dell’ex Cervi“Con noi Riccardo si è dimostrato un serio professionista dando tutto quello che aveva, poi da professionista qual’è ha preferito tornare a casa sua. Non dico che non mi sarebbe piaciuto riaverlo, ma la sua scelta va accettata”.

Sul precampionato svolto dalla sua squadra ha detto: “Abbiamo iniziato un po’ ad aggiustare i giochi, lo possiamo fare solo ora perché abbiamo avuto due giocatori impegnati con le rispettive nazionali. Riguardo alle partite giocate, abbiamo disputato buoni tornei sia in Sardegna che in Germania. Nella nostra preseason ci siamo adagiati solo in due partite. Il mio unico rammarico è stato quello di non aver potuto utilizzare Zerini nel suo ruolo”.

Come è stata preparata la partita di Supercoppa?: “Abbiamo lavorato sulle nostre regole, i nostri spazi e i possibili tentativi di giochi. Vedremo in corso d’opera come andrà alla gara e se c’è ne sarà bisogno proveremo a correggerci”

Leggi anche:

Scandone Avellino, Fesenko gioca contro Reggio Emilia?