Basketball Champions League 2017-18, le squadre scendono a 32

L'anno scorsi ai nastri di partenza c'erano invece 40 squadre

Dopo il buon successo della prima edizione della Basketball Champions League, la quale è stata vinta dall’Iberostar Tenerife, la Fiba ha deciso di innalzare ancora di più il livello qualitativo di questa sua coppa, cui ricordiamo parteciperà di nuovo la Sidigas Avellino, che l’anno scorso fu eliminata agli ottavi di finale dalla Reyer Venezia.

Per la prossima stagione 2017-18, l’intenzione è di farla diventare il fiore all’occhiello del basket europeo, anche in virtù del fatto, che all’Eurolega del gruppo Uleb (per intenderci, dove gioca l’Emporio Armani), non si partecipa per meriti sportivi, ma in base ad inviti decennali e ciò a nostro avviso è la morte dello sport.

Per aumentare il livello della Champions il CEO Patrick Comninos ha deciso, rispetto alla prima edizione della coppa, d’introdurre due importanti novità. La prima novità, che è anche quella più importante, è che il numero delle squadre partecipanti alla Stagione Regolare è stato ridotto da 40 a 32 (anche se anche inizialmente, anche nell’edizione 2016-2017 dovevano essere 32), con 4 gironi ognuno composto da 8 squadre.

La seconda novità: il totale del premio finale è stato raddoppiato; difatti la squadra vincitrice della seconda edizione della Champions, in totale non guadagnerà più solo 500 mila euro, ma guadagnerà 1 milione di euro. Per quanto riguarda i sorteggi verranno svolti martedì 11 luglio, presso la Casa del Basket a Ginevra.

L’inizio della competizione è previsto per sabato 19 settembre con il turno di qualificazione, mentre la Stagione Regolare, dove partirà anche la Sidigas Avellino comincerà martedì 10 ottobre.