Benevento-Avellino, Criaco: “Sono più legato ai lupi”

Ecco le parole dell'ex difensore di Benevento ed Avellino a Sport Channel 214

L’ex giocatore Leo Criaco ha parlato in collegamento telefonico a Sport Channel 214 a pochi giorni dal derby Benevento-Avellino, che andrà in scena allo Stadio “Ciro Vigorito”, lunedì 1° maggio alle ore 12:30, nella gara valevole per la 39° giornata del Campionato di Serie B.

L’ex difensore bianco-verde, nato a Africo il 26 dicembre del 1973, attualmente vice allenatore dell’Akragas, ha dichiarato: “Sono stato giocatore di entrambe le squadre dove ho fatto molto bene. Però sono più legato ai lupi perchè la mia parte della carriera migliore l’ho fatta ad Avellino. Non che abbia nulla in contrario con quella fatta a Benevento, dove ho avuto molte difficoltà agli inizi“.

Alla domanda di quale fosse stato il ricordo che gli è più impresso da quando ha vestito la maglia dei lupi, ha risposto: “Sicuramente il miglio ricordo che ho è stata la finale di ritorno Play-Off contro il Napoli“.

Inoltre, sugli obiettivi delle due squadre, ha aggiunto: “Per quanto riguarda il Benevento ha perso un po’ la continuità di risultati che aveva ad inizio stagione. L’Avellino ha iniziato male questo campionato, ma con l’arrivo di Walter Novellino ha fatto dei grandi risultati, come batter le due prime in classifica, ovvero il Verona e la SPAL. Anche se però ha subito delle sconfitte con squadre un po’ più abbordabili, come quella di martedì contro l’Ascoli. L’unico problema di questa squadra è trovare la continuità nei risultati“.

Poi ha aggiunto a riguardo: “Per come si sono messe le cose ad inizio campionato è ovvio che ora l’obiettivo per l’Avellino è quella della permanenza. Ma per le vittorie importanti ottenute poteva ambire a ben altri obiettivi. Il Benevento non sta andando molto bene. E’ chiaro che, nella posizione in cui si trova, l’obiettivo principale è quello dei Play-Off, ma rischia di perderli se il Frosinone allunga in classifica“.

Infine, quando gli viene chiesto di dare un pronostico al match, ha risposto: “Fare un pronostico ad un match del genere, come per ogni derby, non è mai facile se non impossibile. Ripeto mi sono trovato bene in entrambe le squadre, però mi sento caratterialmente bianco-verde. Poi che vinca il migliore“.