Benevento, Bari e Salernitana: per l’Avellino dicembre di fuoco

Il mese di dicembre ha riservato all’Avellino il trittico di partite più sentite dell’anno. Sembra proprio uno scherzo del calendario: i sorteggi hanno riservato all’Avellino, in sequenza, Benevento, Bari e Salernitana. Mai come quest’anno possiamo affermare che a parte qualche “antipatia”, le partite più calde sono proprio queste. E la sorte, per completare l’opera, ha anche dettato, secondo la maggior parte dei tifosi, l’ordine di importanza.

Il derby coi sanniti, infatti, è una novità assoluta in serie B, e se proprio lo si vuole analizzare, sono i cugini giallorossi ad avercela con gli irpini, piuttosto che il contrario! La rivalità va forse ricercata parecchi anni addietro, quando entrambe le compagini albergavano in categorie inferiori. Non dimentichiamo che dopo tanto tempo, nei primi anni del 2000, le due squadre si sono ritrovate di fronte nell’allora serie C. E mentre gli stregoni pensavano di dover giocare la partita della vita, gli avellinesi rispondevano agli sfottò con un lapidario “Sanniti mai sentiti”.

A seguire la trasferta di Bari. Coi galletti la rivalità è accesa e puntualmente si rinnova. Le due squadre si sono incontrate spesso e quasi in tutte le categorie e l’astio è anche accentuato per via del gemellaggio con la Salernitana.

Ciliegina sulla torta è la partita contro questi ultimi, quella che nessuno vuole perdere. Anche in questo caso, ironia della sorte, incontro fissato la Vigilia di Natale. Ne vedremo delle belle riguardo agli sfottò, soprattutto dato il periodo del match, durante il quale la fantasia delle tifoserie sarà sicuramente più stimolata! Inutile ricordare la storica ostilità coi granata. non è mai corso buon sangue. Sebbene i supporters del lupo sostengano che il vero derby sia uno: quello con il Napoli, è innegabile che vogliano prevalere sempre e comunque sui Salernitani. La fervente attesa è già cominciata e quest’anno la posta in palio è un sereno Natale!

Leggi anche:

Derby Avellino-Benevento, nel 2013 l’ultima sfida