Benevento, caso Evacuo, la Curva: “Deve lasciare la città entro stasera”

La Curva sud del Benevento ha preso posizione ufficialmente, dopo la contestazione verbale effettuata all’ingresso degli spogliatoi nei confronti di Evacuo. L’ex calciatore dell’Avellino è stato bersagliato dai suoi stessi tifosi a causa di un gesto che non ha fatto piacere ai beneventani.

Al termine della partita, infatti, l’attaccante si è recato sotto il settore riservato ai tifosi della Nocerina, compagine in cui militava lo scorso anno, ed ha scambiato un saluto rispettoso con i molossi.

Evacuo Benevento

Nel testo molto duro diffuso dai rappresentanti della “Curva Sud 1929” si legge: “Eravamo stati chiari con tutti. Ognuno è responsabile delle proprie azioni. Lo avevamo detto anche a lui prima dell’inizio della stagione. I fatti verificatisi al termine della gara contro la Nocerina avranno le conseguenze ed il peso che meritano, senza il minimo dubbio o tentennamento: il signor Felice Evacuo entro stasera deve effettuare la rescissione del contratto senza attendere decisioni altrui; contestualmente alla rescissione è pregato di lasciare la città entro lo stesso termine. Non solo. L’eventualità che Felice Evacuo possa presentarsi alla prossima seduta di allenamento sarà considerato un affronto alla curva sud e come tale sarà trattato. Su quanto accaduto negli spogliatoi a riguardo delle posizioni societarie di altri elementi dello staff non nutriamo alcun interesse,rimettendoci a qualsiasi scelta venga presa. Ribadiamo il concetto nel caso fossimo stati poco chiari: FELICE EVACUO DEVE LASCIARE LA CITTA’ ENTRO QUESTA SERA SENZA FARVI PIU’ RITORNO. CURVA SUD BENEVENTO”.

Leggi anche -> Caso Evacuo a Benevento, Mario Sconcerti: “Ostaggi degli ultras”