Bologna-Avellino, Maietta e Abero gli ex di turno

Bologna e Avellino si affronteranno sabato pomeriggio allo stadio ” Renato Dall’Ara” della città felsinea. Tra le fila dei rossoblu, da qualche giorno sotto la guida del nuovo tecnico Delio Rossi, ci sono due ex biancoverdi come Domenico Maietta (che sabato sarà squalificato) e Mathias Abero che, per motivi diversi, non hanno avuto molta fortuna nella loro avventura in terra irpina.

Partiamo da Domenica Maietta, il quale ha avuto una doppia esperienza ad Avellino. Vi giunse la prima volta alla giovane età di 21 anni nella stagione 2003-04 con Zdenek Zeman alla guida dei Lupi in una squadra che, pur avendo tra le sue fila giocatori che hanno poi avuto una ottima carriera come Antonio Nocerino, Gennaro Sardo e Matteo Contini, non si dimostrò all’altezza della categoria e concluse la stagione con una retrocessione più che meritata. Maietta vide la sua esperienza avellinese durare solo 6 mesi poichè nel mercato di gennaio fu ceduto al Perugia che allora militava in serie A. La seconda vita di Maietta ad Avellino non fu più fortunata, sportivamente parlando; la stagione 2007-08 si concluse, anch’essa, con una retrocessione nonostante i 3 allenatori che si alternarono sulla panchina biancoverde: Sarri, che lasciò prima dell’inizio del campionato, Carboni e Calori.

Per quanto riguarda Mathias Abero, invece, la sua permanenza nell’Avellino nella scorsa stagione è da definirsi misteriosa. Pur rimanendo in rosa per l’intera stagione, il giocatore uruguaiano disputò solo 4 partite con la maglia biancoverde( di cui 2 in Coppa Italia), rimanendo all’inizio preda di un infortunio alla caviglia che lo bloccò per mesi interi e non riuscendo, in seguito, a riguadagnarsi la fiducia di mister Rastelli.

TUTTO SU BOLOGNA-AVELLINO

LEGGI ANCHE