Brescia-Avellino 0-2, le pagelle: Ardemagni guida i lupi alla vittoria

Prima vittoria esterna dell’Avellino in questo campionato. A Brescia Ardemagni realizza la prima doppietta della stagione e regala tre punti decisivi ai lupi. La difesa non lascia passare praticamente nulla e a centrocampo bravi i mediani a gestire la palla con l’uomo in piu

Radunovic 6,5 – Il portiere e sicuro in uscita e tra i pali. Decisiva soprattutto la parata nella ripresa su Sbrissa, a botta sicura da pochi metri.

Gonzalez 6,5 – Copre bene dalle sue parti anche se Coly a volte trova troppo spazio. Ottimo l’assist per il vantaggio di Ardemagni.

Jidayi 7 – Caracciolo e Torregrossa hanno vita dura contro la difesa dell’Avellino. L’italo-nigeriano é sempre attento e non si fa sospendere, sfruttando anche il fisico.

Djimsiti 7,5 – Leader della difesa dei lupi. Gestisce la linea in maniera perfetta, sempre in anticipo quando possibile, fa tutto con una semplicità che ormai non sorprende più.

Laverone 6 – Discreto l’esordio del terzino, adattato a sinistra considerate le assenze di Novellino. Ancora un po’ timido, fa bene ll suo compito.

Lasik 6 – Anche lui adattato largo nel centrocsmpo, si impegna più nel lavoro di pressing e ripiego. Dall’86esimo Crecco sv

Paghera 6,5 – Bene la fase di palleggio, soprattutto quando c’è da gestire l’uomo in piu. Può fare di più, pecca di lucidità in alcuni momenti.

D’Angelo 6,5 – Solita grinta ma poca precisione in alcuni tratti del match. Compensa correndo per due.

Belloni 5,5 – Unico esterno in campo per l’Avellino, ha più libertà di spingere ma gli riesce poco. Da rivedere.dal 64esimo Moretti 6,5 – Debutto anche per lui. Si mette al centro del campo a gestire i palloni più caldi. Gli riesce abbastanza bene e nel finale lancia Ardemagni in porta per il raddoppio.

Verde 6 – Torna al centro dietro la punta. Ha i colpi e ci prova più di una volta, ma l’intesa con ardemagni, servito spesso tardi in fuorigioco. Dal 90esimo Soumarè sv

Ardemagni 8 – La doppietta é il giusto premio ad una partota eccezionale dell’attaccante. Bravissimo a saltare Arcari sul primo gol, freddo nel finale nonostante i 95 minuti di battaglie nelle gambe. Provoca la prima ammonizione di Fontanesi e lotta su tutti i contrasti, uscendo spesso vincente.

All. Novellino 7 – Pieno di indisponibili, mette in campo una squadra operaia ma grintosa. Tre punti fondamentali per la rincorsa salvezza, che oggi sembra un po’ meno utopia.