Brescia-Avellino, alla scoperta dei prossimi avversari dei lupi

Foto Reporter Zanardelli www.giornaledibrescia.it

Sabato 21, alle ore 15:00 presso lo stadio “Rigamonti” di Brescia ricomincerà il campionato dell’Avellino di Walter Novellino. Il primo impegno del 2017 è in Lombardia contro la squadra di Brocchi, con la quale, nella partita di andata, il confronto terminò 1-1. Da quel 27 agosto il Brescia ha raccolto 27 punti, chiudendo il 2016 come tredicesima forza del campionato, racimolando solo 6 punti nel mese di dicembre, a fronte di una vittoria, una sconfitta e tre pareggi (l’ultimo è lo 0-0 contro il Trapani dell’ex Calori).

Il calciomercato ha cambiato (e potrebbe ancora cambiare sino al 31 gennaio) il volto dell’organico a disposizione di Brocchi: ad aiutare il capitano Andrea Caracciolo è arrivato l’ex capitano della Lazio Stefano Mauri, ritornato ad indossare la maglia delle “Rondinelle” dopo 13 anni dall’ultima volta (campionato di Serie A 2003-2004, esordio nel Brescia di Roberto Baggio e Carletto Mazzone) e compagno di squadra di mister Brocchi tra le fila della Lazio. Proprio contro l’Avellino è probabile l’esordio del veterano in maglia azzurra.

Altri volti nuovi giunti dal mercato invernale sono il croato Franjo Prce, proveniente anch’egli dalla Lazio e di ruolo difensore centrale. Proprio il reparto arretrato, tallone d’Achille della squadra lombarda, verrà ulteriormente rinforzato prima della fine della sessione invernale di calciomercato: in tal senso, i nomi accostati al Brescia sono quelli del terzino mancino milanista Llamas e i centrali Russo del Frosinone e Terranova del Sassuolo. Perso Morosini, ceduto al Genoa, il Brescia cercherà di trattenere gli altri suoi migliori talenti come Bisoli, appetito dal Cagliari e Ndoj, cercato nelle ultime ore dal Chievo Verona. Molto probabile, contro l’Avellino, un possibile schieramento del Brescia con il modulo 4-3-1-2 con Stefano Mauri, grande atteso dalla piazza, alle spalle della coppia Caracciolo-Torregrossa.