Brescia-Palermo, la Curva Nord non rispetta minuto di silenzio per morti di Lampedusa

Una vera e propria vergogna è quella che è andata in scena ieri pomeriggio prima dell’inizio della partita tra Brescia e Palermo poi terminata sul risultato di 1-1. Infatti come deciso dalla Figc su tutti i campi da gioco in questo week end bisogna rispettare un minuto di silenzio in ricordo dei migranti morti sul barcone che prima si è incendiato e poi è affondato nelle vicinanze di Lampedusa. Una tragedia che ha fatto il giro del mondo e che il mondo del calcio nostrano ha voluto ricordare in questo modo.

Minuto raccoglimento Brescia

Ma ecco che i tifosi di casa hanno dato il meglio di sé, in senso ironico si intende, proprio durante il minuto che serve per raccogliere i pensieri e rivolgerli a chi alla ricerca di una vita migliore si è imbarcato, pagando tanti soldi, e ha trovato la morte in mare. Un coro durante quei sessanta secondi di silenzio ha squarciato il silenzio: “Forza Brescia Alè” si è sentito dalla Curva Nord. Un minuto di raccoglimento che è stato invece rispettato dai giocatori e dal resto dello stadio.

Leggi anche — > Morti Lampedusa, minuto di silenzio in tutti gli stadi

Leggi anche — > Brescia-Palermo, probabili formazioni e diretta tv