Cagliari-Avellino, Rastelli e Pisacane gli Ex di turno

Inutile dire che Cagliari-Avellino non sarà una partita come tutte le altre, in particolare per due tesserati del sodalizio sardo: Massimo Rastelli e Fabio Pisacane.

Il tecnico di Torre del Greco ha vissuto tre stagioni importanti alla guida dei Lupi, divorziando in maniera non proprio ortodossa, per usare un eufemismo, con la dirigenza e il popolo avellinese. I sostenitori irpini, infatti, non hanno preso bene l’addio dell’ex ala destra biancoverde: l’accoglienza che gli riserveranno sia al “Sant’Elia” sia al “Partenio-Lombardi” non sarà sicuramente dolce, visto che non tarderanno ad arrivare fischi e cori contro l’allenatore campano.

Lo stesso Rastelli, però, non merita tutto ciò: il giovane manager è riuscito a riportare in Serie B l’Avellino, conquistando una salvezza tranquilla due anni fa e sfiorando addirittura il salto di categoria al termine dell’ultima annata. Grazie a una piazza importante come quella irpina, è cresciuto tanto sia a livello umano che tecnico-tattico, guadagnandosi sul campo la chiamata di una società ambiziosa come quella rossoblù.

Il secondo grande ex dell’incontro è il mastino napoletano classe ’86, in grado di lasciare un  bellissimo ricordo ad Avellino, a suon di prestazioni e interventi difensivi straordinari, che hanno spesso salvato la porta biancoverde, aggiungendo punti decisivi alle classifiche dei Lupi nei 2 anni di Irpinia. Pisacane ha preferito cambiare aria e seguire mister Rastelli in Sardegna, per provare a giocarsi la possibilità di centrare la promozione in Serie A con la casacca di un club appena retrocesso dalla massima serie.

TUTTO SU CAGLIARI-AVELLINO