Cagliari-Avellino, Rastelli: “Vogliamo i tre punti”

Al termine dell’ultimo allenamento settimanale, Massimo Rastelli si è trasferito in sala stampa per rispondere alle domande dei giornalisti, alla vigilia di una gara dai mille risvolti contro l’Avellino di Attilio Tesser.

Il tecnico di Torre del Greco ha così esordito: “Una partita contro il mio recente passato, è innegabile. Ma al di là del fatto che l’avversario è speciale per me, dobbiamo portare a casa i tre punti. Ho passato tre anni intensi e fantastici ad Avellino, ma ora è una partita come tutte le altre. L’Avellino si è notevolmente rinforzata con l’acquisto di giocatori come Tavano e Insigne, è una squadra diversa rispetto alla mia”.

Tesser ha provato a mettere pressione al sodalizio rossoblù, ma Rastelli tiene i piedi per terra: “Dire che siamo la squadra favorita è una mossa psicologica, l’ho fatto anche io gli anni passati per mettere pressione alle altre squadre. Il campionato di Serie B è molto equilibrato e bisogna dimostrare sul campo di essere i più forti. Non siamo ancora al 100%, ma fra un mese saremo in condizioni ottimali, compresi i nuovi acquisti, che già si sono amalgamati alla grande”.

Sulla formazione titolare ha poi aggiunto: “Se dovessi rinunciare a Murru non è per il fallo che ha portato al gol della Ternana: gli errori ci stanno, soprattutto quando si è così giovani. Barreca non è convocato, era molto debilitato, proveremo a recuperarlo per la sfida con l’Entella”.

TUTTO SU CAGLIARI-AVELLINO